-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 25 febbraio 2019

Valutazione della strategia aziendale: come farlo correttamente?


Se sei un imprenditore o un manager aziendale, oltre ad essere un bravo controllore, devi essere un perfetto pianificatore e stratega.
La valutazione della strategia aziendale è spesso trascurata nel processo di pianificazione globale di un’attività di business.


Dopo una prima fase relativa alla valutazione olistica di tutte le attività di pianificazione, spesso e volentieri, la maggior parte dei manager controlla i risultati raggiunti, trascurando attentamente la validità dell’impostazione strategica.

Quando ciò accade, ci si accorge subito che stiamo sbagliando e ciò incide sulle cattive performance aziendali.
Per questo, è necessario valutare la propria strategia almeno due volte l'anno o, meglio ancora, ogni trimestre.
L'errore che gli imprenditori e i responsabili aziendali spesso commettono è quello di concentrarsi troppo sulle attività routinarie, quelle relative alla gestione operativa, senza tener debitamente conto del legame delle stesse con la fase di planning strategica.

Valutazione della strategia aziendale: quali sono gli step?

La strategia è un processo ciclico che comporta costante iterazione ed evoluzione.
Una buona strategia non dovrebbe mai esaurirsi nel tempo, ma dovrebbe essere revisionata ad hoc e trasformarsi in qualcosa di più ambizioso e sofisticato, una volta che gli obiettivi vengono raggiunti.

#1.

La valutazione inizia dalla fase di pianificazione strategica

Può sembrare intuitivo, ma idealmente, si avvia il processo di valutazione della strategia in fase di pianificazione.
La valutazione strategica è essenzialmente il processo attraverso cui dobbiamo rispondere ai seguenti quesiti:
  • Quali sono gli obiettivi che vogliamo raggiungere?
  • Quali sono i risultati raggiunti?
  • Come possiamo migliorare le attività “core” ovvero quelle che creano valore aggiunto?
  • Come battere la concorrenza?
Uno dei modi migliori per rispondere a queste domande è impostare KPI efficaci nella fase di pianificazione.
#2.


Implementare processi e strumenti coerenti

Una valutazione strategica efficace richiede una pianificazione che vada oltre l'impostazione di un set efficace di KPI.
 Per essere in grado di valutare efficacemente i progressi nel tempo, avrai bisogno di KPI di natura economico-finanziaria e di natura extra contabile.
Subito dopo aver avviato il tuo processo di pianificazione strategica, sarai in grado di attuare un’analisi degli scostamenti.

#3.

Responsabilizzare il team per valutare le strategie aziendali

L'empowerment svolge un ruolo fondamentale nell'esecuzione di un’impostazione strategica.
Piuttosto che affidarsi solo ai leader aziendali, è importante coinvolgere anche i responsabili dei Dipartimenti aziendali.

 #4.
Adottare le misure correttive

I passaggi 4 e 5 sono intrecciati e dovrebbero essere eseguiti in combinazione tra loro.
Se ti accorgi che non stai raggiungendo uno degli obiettivi pianificati, ti consigliamo di fare due cose:
  • capire se l'obiettivo è ancora in linea con le politiche aziendali,
  • intraprendere azioni correttive per risolvere eventuali carenze.
Supponendo che tu sia ancora convinto che l'obiettivo che hai impostato sia quello giusto, devi attuare un piano d'azione per rimetterti in carreggiata.

#5.

Verificare la validità del piano strategico

Come parte integrante della valutazione della strategia aziendale, verifica attentamente la validità del piano strategico.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.