-
Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 18 febbraio 2019

Sotto la lente dell'analisi tecnica


La lista che segue è composta da alcuni dei titoli appartenenti agli indici di Borsa Italiana, ritenuti tra i più significativi in base ai criteri di liquidità dell'analisi tecnica e tali da garantire una rappresentazione complessiva dei vari settori ICB italiani. L'analisi interpreta i valori di supporto e resistenza secondo un orientamento temporale di breve periodo (1-2 giorni).
Telecom Italia
Telecom Italia (+6,4%) balza oltre la media mobile esponenziale a 50 giorni, riferimento a 0,50 circa, lasciandosi alle spalle anche la trend line che scende dai massimi di dicembre.

Si stanno dunque creando le premesse per assistere a un miglioramento del quadro grafico di medio breve termine: conferme oltre 0,53 aprirebbero spazi di crescita verso area 0,58. Sotto 0,4680 invece atteso nuovo test dei minimi di gennaio a 0,4330.
-Target: 0,58 euro
-Negazione: 0,4680 euro
-RSI (14): neutrale
Reno De Medici
La reazione che Reno De Medici (0,68%) ha avviato da inizio anno non ha ancora raggiunto il primo dei ritracciamenti di Fibonacci (il 38,2%) calcolato sul ribasso precedente, a 0,82 circa.

Solo oltre questo limite il titolo potrebbe accelerare verso 0,89, per un test del picco di novembre e quota pari al 50% di ritorno del medesimo ribasso. Difficoltà nel superare area 0,89 comporterebbero invece l'invio di nuovi segnali di debolezza che troverebbero conferma in caso di ritorno sotto area 0,68.


-Target: 0,89 euro
-Negazione: 0,68 euro
-RSI (14): neutrale
*
Sias *
Sias (+1,66%) prosegue la corsa in direzione del picco di luglio a 15,28 euro ma l'ipercomprato presente sui principali oscillatori grafici suggerisce prudenza. Dopo il prolungato rialzo, infatti, il titolo potrebbe aver bisogno di una pausa ristorativa prima di tornare a premere sull'acceleratore.

Flessioni fino a 13,80 sarebbero compatibili con lo scenario rialzista, soto questo riferimento possibile affondo fino a 13 euro circa, media mobile a 50 giorni.
-Target: 15,28 euro
-Negazione: 13,80 euro
-RSI (14): ipercomprato
Banca Generali
Banca Generali (+4,66%) supera in chiusura di ottava il lato superiore del canale che sale dai minimi di ottobre, coincidente a 21,10 circa con la trend line che scende da gennaio 2018.
Oltre questi ostacoli atteso un sensibile miglioramento del quadro grafico per obiettivi in area 23/23,50. Sotto 19,70 rischio invece di indebolimento preludio al test della base del citato canale a 17,90 circa.
-Target: 23,50 euro
-Negazione: 19,70 euro
-RSI (14): neutrale
Saes Getters
Saes Getters (+4,71%) estende la reazione oltre il picco di settembre a 22,15 euro riuscendo a dare seguito al segnale rialzista scattato a metà gennaio con la rottura della trend line che scende dai massimi di gennaio 2018, a 19,30 circa.

Il titolo sembra ben lanciato verso obiettivi a 24 circa, massimi allineati di marzo e giugno 2018, ultimo ostacolo lungo il cammino verso 27,70 circa. Il ritorno perentorio sotto area 20 anticiperebbe invece discese verso 18,65. -Target: 24 euro
-Negazione: 20 euro -RSI (14): ipercomprato
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.