-
Italian Homepage

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 20 febbraio 2019

Piazza Affari: solo una pausa o si avvicina la fine del rally?


Al pari di quanto accaduto ieri, anche la seduta odierna si è conclusa in maniera contrastata per le Borse europee. L'unico indice ad essere preceduto dal segno più è stato il Dax30, con un frazionale rialzo dello 0,09%, mentre il Cac40 e il Ftse Mib sono scesi rispettivamente dello 0,16% e dello 0,56%.


Conclusione negativa anche a Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 20.228 punti, in flessione dello 0,5%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 20.360 e un minimo a 20.124 punti. 

Dopo un avvio in calo, l'indice delle blue chips ha rialzato la testa e ha provato a dare un seguito al rialzo delle due sessioni precedenti, ma è stato bloccato dall'area dei 20.350, con una chiusura poco oltre i 20.200 punti.



Il movimento odierno di fatto non modifica l'impostazione rialzista del Ftse Mib e la flessione può essere letta come una semplice pausa, prima di eventuali ulteriori sviluppi al rialzo. 

C'è da dire che il mercato è alle prese ora con dei livelli tecnici di un certo rilievo e potrebbe non essere così agevole un superamento deciso degli stessi.

Al rialzo oltre i massimi di oggi in area 20.350 il Ftse Mib potrà dare vita ad un test di area 20.500 e in caso di rottura di questa soglia si assisterà ad un allungo verso i 20.700/20.800 punti, prima di un approdo sull'area psicologica dei 21.000 punti.

Ritorni dell'indice al di sotto di area 20.200 potrebbero aprire le porte ad un test di area 20.000, sotto cui la discesa proseguirà in direzione dei 19.800 punti prima e dei 19.600/19.500 in seguito.


L'eventuale sfondamento al ribasso di quest'ultima soglia costringerà a spostare l'attenzione sui 19.200 e sui 19.000 punti, al raggiungimento dei quali si dovrebbe assistere ad una ripresa degli acquisti almeno in prima battuta.  

Nel breve non escludiamo ulteriori spunti positivi per il Ftse Mib, facendo attenzione però alla rilevanza delle prossime resistenze che potrebbero anche frenare le ambizioni rialziste del mercato.


Anche la prossima seduta sarà molto agevole sul fronte macro Usa, visto che in agenda troviamo solo l'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americana e l'indice settimanale delle richieste di mutui ipotecari. 

Da segnalare un discorso di May Daly, a capo della Fed di San Francisco, ma a prendere la parola sarà anche James Bullard, presidente della Fed di St.Louis.



Due ore prima della chiusura di Wall Street saranno diffuse le minute del FOMC, ossia i verbali dell'ultima riunione di politica monetaria tenutasi il 29 e il 30 gennaio scorsi. 

Sul versante societario da seguire prima dell'apertura del mercato i risultati degli ultimi tre mesi di Analog Devices e di Garmin che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,28 e a 0,8 dollari.


In Europa si conoscerà il dato preliminare dell'indice relativo alla fiducia dei consumatori che a gennaio dovrebbe attestarsi a -8 punti, in lieve peggioramento rispetto alla lettura precedente pari a -7,9 punti. 
In Germania saranno resi noti i prezzi alla produzione che a gennaio dovrebbero mostrare una variazione negativa dello 0,1%, in recupero rispetto al calo dello 0,4% di dicembre.



Sempre in Germania da seguire l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 5 anni per un ammontare massimo di 4 miliardi di euro. 

A Piazza Affari sotto i riflettori Tenaris che dopo la chiusura di Wall Street presenterà i risultati del quarto trimestre e dell'intero 2018 e alla prova dei conti sarà chiamato anche Covivio.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.