-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 11 febbraio 2019

Ftse Mib: i titoli da tenere d'occhio oggi. Focus su due bancari


L'analisi del Ftse Mib

Ftse Mib: la scorsa settimana è stata piuttosto volatile per l'indice delle blue chips che dopo aver allungato il passo e aver testato per due volte la soglia dei 20.000 punti, ha accusato un brusco arretramento, terminando gli scambi venerdì scorso in area 19.350.
Dal punto di vista tecnico discese sotto questo livello vedranno un primo sostegno in area 19.200, sotto cui l'attenzione si sposterà sulla soglia psicologica dei 19.000 punti.
Al rialzo la prima resistenza è in area 19.500, oltre la quale il Ftse Mib allungherà il passo verso i 19.700/19.800 punti.

Al di sopra di tale soglia si avrà un nuovo test di area 20.000, violata la quale ci sarà spazio per un'estensione rialzista in direzione dei 20.200/20.300 punti prima e in seguito verso area 20.500.
Venerdì scorso gli indici azionari americani hanno terminato gli scambi in maniera contrastata, con il Dow Jones in calo, mentre l'S&P500 e il Nasdaq Composite hanno strappato un piccolo segno più.
Da segnalare che i tre indici hanno terminato gli scambi sui massimi intraday, in netto recupero dai minimi, e questo dovrebbe favorire uno spunto rialzista in avvio a Piazza Affari, con possibilità di assistere in primis ad un recupero verso area 19.500.

I titoli da monitorare oggi a Piazza Affari

Per questa prima seduta della settimana sarà da seguire tra le blue chips Recordati che alzerà il velo sui risultati preliminari dell'esercizio 2018.
Alla prova dei conti anche diverse società a piccola e media capitalizzazione e si tratta di: Banca Ifis, Banca Mediolanum, Banca Popolare di Sondrio e DoBank.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

Due bancari sotto la lente: Bper Banca e Banco BPM

Bper Banca: poderoso rally venerdì scorso per il titolo che ha guadagnato quasi il 9%, sulla scia dei conti del 2018 e dell'annuncio relativo all'acquisizione di Unipol Banca e della minoranza nel Banco di Sardegna.
Dal punto di vista tecnico ulteriori conferme positive per Bper Banca arriveranno dal superamento dei 3,3/3,4 euro, oltre i quali il titolo potrebbe allungare il passo in direzione dei massimi di inizio dicembre 2018 in area 3,75/3,8 euro.
Segnale di pericolo solo con ritorno dei corsi al di sotto di area 3 euro, preludio ad un nuovo test dei recenti minimi in area 2,87/2,85 euro.
Banco BPM: venerdì scorso il titolo ha ceduto il passo ad alcune prese di profitto dopo quattro sedute consecutive in rialzo che gli hanno permesso di allontanarsi da area 1,7 euro.
Nuovi segnali di positività per Banco BPM si avranno al di sopra di area 1,8 euro, oltre cui il titolo metterà nuovamente nel mirino la soglia dei 2 euro.
Pericoli con discese al di sotto di area 1,6/1,56 euro che vedranno Banco BPM andare a segnare nuovi minimi storici.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.