-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 22 febbraio 2019

Bond News: Euromacro


Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
In Germania, l'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha confermato le stime preliminari del Pil relativo al quarto trimestre 2018, indicando una frenata della crescita economica. Il dato ha evidenziato una variazione nulla su base trimestrale, in linea al consensus e alla prima lettura dopo il calo dello 0,2% della rilevazione precedente.
Su base annuale la crescita si e' attestata al +0,9% confermando le stime preliminari. Nella prima metà del 2018, il Pil era aumentato dello 0,4% nel primo trimestre e dello 0,5% nel secondo trimestre.
In Germania e' stato reso noto che l'indice IFO sul clima di fiducia delle imprese tedesche relativo al mese di febbraio si e' attestato a 98,5 punti, inferiore alle attese degli analisti (pari a 99 punti) e in calo rispetto alla rilevazione precedente fissata su un indice pari a 99,1 punti.

L'indice IFO (aspettative) e' risultato pari a 93,8 punti (consensus 94,2 punti) da 94,2 punti di gennaio e da 97,3 punti di dicembre. L'indice IFO sulle condizioni attuali e' sceso a 103,4 punti dai 104,3 punti rilevati in gennaio (consensus 103,9).
Eurostat ha comunicato che nel mese di gennaio il dato relativo all'Indice dei prezzi al consumo (CPI definitivo) è cresciuto dell'1,4% su base annuale pari alle attese ma inferiore al dato rilevato dicembre (+1,5% rivisto al rialzo da +1,4%) e a quello di novembre (+1,9%).

In calo l'inflazione mensile (-1%) dopo la variazione nulla della lettura precedente. Gli analisti avevano stimato un calo dell'1,1%. L'indice Core (esclusi i prezzi di energia, cibo, alcool e tabacco) è cresciuto dell'1,1% a gennaio rispetto a un anno fa dal +0,9% di dicembre (consensus +1%).

Nel Regno Unito la Confederation of British Industry (CBI) ha annunciato che l'indice relativo alle vendite al dettaglio e' risultato pari a zero in febbraio, inferiore alle attese fissate su un indice di 4 punti e pari alla rilevazione di gennaio.

Il dato riflette una ricaduta nel caso di uno scenario di Brexit senza accordo.
Aste in Italia:
- Il Tesoro ha collocato 850 milioni di euro di BTPi 2023 (Isin IT0005329344) con rendimento a 1,10%, con un bid to cover a 1,72. Sono poi stati assegnati 400 milioni di euro in BTPi 2023 (Isin IT0005138828) con rendimento a 2,24%, con un bid to cover a 1,97.
Infine sono stati collocati 2,250 miliardi di euro in CTZ a 24 mesi (Isin IT0005350514) al +0,592% (23 punti base superiore a quello dell'asta precedente) con bid to cover pari a 1,82 volte.
In crescita i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 626,398 miliardi di euro, dai 594,939 miliardi della lettura precedente.

Scendono a 118 milioni di euro i prestiti marginali dai 179 milioni di euro precedenti.
Spread BTP/Bund a 276 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,86%.Scende a 231 punti il divario tra i rendimenti dei Btp a 10 anni e quelli del Btp a 2 anni da 236 punti rilevati ieri alla stessa ora.
Positivi i titoli di Stato tedeschi.
Il Bund future di marzo sale a 166,49 punti (+0,25%) ed il Bobl future si attesta a 133,13 punti (+0,12%).
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.