-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 28 gennaio 2019

Sterlina alla prova del Piano B, dopo aver toccato nuovi massimi


La sterlina ha chiuso la settimana di negoziazioni ai massimi livelli dallo scorso novembre contro il dollaro, a quota 1,31, e ai massimi da maggio 2017 contro l'euro, a quota 1,16, sull'onda delle aspettative dei traders che vedono probabile un rinvio della data di uscita del Regno Unito dall'Unione Europea, prevista per il prossimo 29 marzo.
Per molti money manager, tuttavia, questo apprezzamento è eccessivo e non supportato da valori fondamentali. Il primo ministro britannico Theresa May e i principali rappresentanti del partito conservatore hanno, infatti, dichiarato che non è affatto previsto né un rinvio della Brexit, né una ipotesi di uscita con "no deal", che si era fatta strada nelle ultime settimane.

I Tories sono quindi convinti del fatto che nei prossimi giorni, in Parlamento, verrà trovato un accordo sul piano B da presentare a Bruxelles per una nuova trattativa.
L'ottimismo dei Conservatori è in contrasto con la visione rialzista degli investitori. L'apprezzamento della sterlina, infatti, si basa esclusivamente sulle credenze che la Brexit, alla fine, fallirà, e che il Regno Unito sarà costretto, in un modo o nell'altro, a fare retromarcia per rimanere nel blocco continentale, magari attraverso un secondo referendum.
Il quadro sarà più chiaro alla fine di settimana prossima, quando in Parlamento si cominceranno a capire le reali possibilità che il piano B ha di trovare una maggioranza a breve.

Il Governo May dovrà, infatti, affrontare una serie di voti sulle possibili alternative, presentate sotto forma di emendamenti, al suo accordo presentato e bocciato di recente. Il ministro della Salute Matt Hancock ha dichiarato che la Brexit sarà comunque fatta entro la data prevista e che l'unico modo per evitare un "no deal" è votare il piano May.
Il partito laburista, dal canto suo, si è appena espresso a favore di un secondo referendum, lasciando intendere di non essere propenso a trovare una soluzione condivisa, in nome dell'interesse nazionale. Se la posizione dei Tories dovesse prevalere, questa settimana potrebbe essere foriera di un nuovo significativo ribasso per il Pound.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.