Mercato Trading e Segnali Operativi...nicola suprani Green Bonds: pietra angolare per un investimento responsabile | ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

Grande Reset & Grande Default

  di   Francesco Simoncelli Per mezzo secolo la cosa più esportata dagli americani è stata il dollaro, tanto che ora ci sono più dollari fis...

giovedì 31 gennaio 2019

Green Bonds: pietra angolare per un investimento responsabile


Che cosa sono i green bonds? Conviene investire su questi titoli obbligazionari? Un'obbligazione “verde” è un titolo di debito i cui proventi vengono utilizzati per finanziare progetti rispettosi dell'ambiente.
Negli ultimi anni, stanno aumentando sempre di più gli investitori attenti alle questioni ambientali; si pensi che l’emissione di obbligazioni verdi nel 2018 è stata di $155 miliardi.
Per l’anno 2019 questo numero dovrebbe superare oltre $250 miliardi.
Sebbene sia una “nicchia” relativamente nuova sul mercato obbligazionario, nel prossimo recente futuro gli investitori saranno sempre più propensi ad investire sulle obbligazioni verdi.
Scopriamo tutti i dettagli in questa guida dedicata ai “Green Bond”.


Una panoramica sui Green Bonds

I progetti finanziati con emissione dei green bond sono quelli relativi al riutilizzo dell’acqua, alle energie rinnovabili, all'efficienza energetica, alla bonifica dei terreni ed alla riduzione degli impatti dei cambiamenti climatici.
I fondi obbligazionari verdi sono esclusivamente investiti in iniziative e progetti ambientali e le obbligazioni “verdi” hanno lo stesso rating delle altre tipologie di bond.

Investire in Green Bond: quali sono i vantaggi e i benefici?

Le obbligazioni “verdi” consentono agli investitori di guadagnare sul capitale investito in modo sicuro.
Inoltre, i proventi del progetto vengono utilizzati in modo responsabile e positivo.
Anche gli emittenti di obbligazioni “verdi” attraggono costantemente l’attenzione degli investitori e dei risparmiatori pronti ad investire nuovi capitali in progetti ecosostenibili.
Una maggiore domanda di “green” bonds si traduce in una riduzione dei costi di finanziamento ed in minori spese, che vengono poi trasferite all'investitore sotto forma di dividendo o di costi operativi inferiori per il fondo negoziato in borsa (ETF) o obbligazioni.

Il primo emittente di obbligazioni verdi

La prima entità a emettere obbligazioni verdi è stata la Banca Mondiale che ha iniziato nel 2008 e, da allora, ha emesso più di $3,5 miliardi di “green” bond.
Anche Ginnie Mae e Fannie Mae hanno emesso titoli garantiti da ipoteca con l'etichetta "verde", così come la Banca europea degli investimenti (BEI),
Nel decennio dal 2008-2018, il programma di obbligazioni verdi della Banca mondiale ha superato oltre $10 miliardi di obbligazioni verdi con oltre 130 obbligazioni in 18 valute diverse.

Gli investitori privati possono acquistare green bond?

Ebbene sì.

Man mano che il mercato si espande, le offerte diventeranno sempre più diversificate e crescenti.
Questo sviluppo dovrebbe essere parallelo alla crescita degli investimenti rinnovabili e dei fondi azionari che costituiscono la maggior parte dell'universo ambientale, sociale e di governance (ESG).
Ciononostante, alcune delle scelte attuali includono il Fondo sociale TIAA-CREF Bond Choice (TSBIX), Domini Social Bond Fund (DFBSX), Parnassus Fixed-Income Fund (PRFIX), CSIF Bond Portfolio A (CSIBX), Praxis Intermediate Income Fund (MIIAX), e per coloro che cercano un'opzione globale (ad alto rischio), Pax World High Yield Bond Fund (PXHAX).
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.