-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 7 gennaio 2019

Bond News: Euromacro


Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
Secondo i risultati preliminari dell'Ufficio federale di statistica (Destatis), nel mese di ottobre in Germania le Vendite al Dettaglio hanno fatto segnare un incremento dell' 1,1% su base annuale e in termini reali, contro il -0,7% del consensus e dal 5,2% precedente, risultando in crescita del +2,9% in termini nominali.
Su base mensile l'indice ha fatto segnare un incremento pari all'1,4% dopo un lieve incremento dello 0,1% precedente (rivisto a -0,3%). Gli analisti avevano previsto un incremento pari allo 0,4%.
Il Dipartimento dell'Economia e della Tecnologia tedesco ha reso noto che a novembre gli ordinativi industriali sono diminuiti dell'1% rispetto al mese precedente, deludendo le attese degli analisti fissate su un decremento dello 0,2%.

A ottobre gli ordinativi erano cresciuti dello 0,2% rispetto al mese precedente (dato rivisto da +0,3%).
Nel terzo trimestre 2018 l'indebitamento netto delle AP in rapporto al Pil è risultato pari al -1,7% (-1,8% nello stesso trimestre del 2017).Il saldo primario delle AP (indebitamento al netto degli interessi passivi) è risultato positivo, con un'incidenza sul Pil del 2,0%, a fronte dell'1,6% nel terzo trimestre del 2017.Il saldo corrente delle AP è stato anch'esso positivo, con un'incidenza sul Pil dell'1,1% (1,6% nel terzo trimestre del 2017).La pressione fiscale è stata pari al 40,4%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.In termini nominali, il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dello 0,3%.

Di conseguenza, la propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è stata pari all'8,3%, in diminuzione di 0,2 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.A fronte di una variazione dello 0,3% del deflatore implicito dei consumi, il potere d'acquisto delle famiglie consumatrici è diminuito dello 0,2% rispetto al trimestre precedente.La quota dei profitti sul valore aggiunto delle società non finanziarie, pari al 41,4%, è diminuita di 0,9 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.

Il tasso di investimento delle società non finanziarie, pari al 22,2%, è aumentato di 0,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente.
A gennaio le aspettative economiche della zona Euro peggiorano ulteriormente. L'indice Sentix, che misura la fiducia degli investitori nel mese corrente, è sceso a -1,5 punti per il quinto mese consecutivo da -0,3 punti precedenti.
Ciò che più preoccupa dell'attuale perdita di momentum è l'incapacità di reazione: gli investitori non si aspettano più un rapido intervento da parte delle banche centrali.
Eurostat ha reso noto che a novembre il volume delle vendite al dettaglio nella Zona Euro e' cresciuto dello 0,6% rispetto al mese precedente (consensus +0,2%), pari alla rilevazione di ottobre (rivista da +0,3%) e dopo la flessione dello 0,5% a settembre.

Su base annuale l'indice ha registrato un incremento dell'1,1% a fronte di un +2,3% della rilevazione precedente.
Aste in Francia:
-In Francia l'Agenzia del Tesoro AFT ha collocato 5,341 miliardi di euro in bond (BTF) a breve termine. Nel dettaglio sono stati assegnati 2,995 mld di euro in BTF a 3 mesi con rendimento negativo al -0,574%, dal -0,570% dell'asta del 2 gennaio.
Sono poi stati assegnati 398 milioni di euro in BTF a 17 settimane con rendimento negativo al -0,588% e 850 milioni di euro in BTF a 6 mesi con rendimento allo -0,575% dal -0,569% dell'asta precedente. Infine sono stati assegnati 1,098 mld di euro in BTF a 12 mesi con rendimento al -0,565% dal -0,566% dell'asta precedente.
Aumentano i depositi overnight presso la Bce.

L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 666,430 miliardi di euro, dai 663,294 miliardi della lettura precedente. Scendono a 55 milioni di euro i prestiti marginali dai 115 milioni precedenti.
Spread BTP/Bund a 271 punti base nel pomeriggio.
Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,93%.
Stabili i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di marzo si attesta a 164,13 punti (+0,10%) ed il Bobl future si attesta a 132,73 punti (+0,02%).
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.