-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 18 dicembre 2018

Gli investitori credono che la FED non alzerà i tassi

 
Ecco la view di Canegrati Senior Analyst a BP PRIME .
Gli investitori scommettono su un ulteriore rialzo dei tassi d’interesse da parte della FED per quest’anno, secondo lo strumento FedWatch del CME. Il FedWatch calcola le probabilità assegnate a uno spettro di tassi d’interesse obiettivo (target range), per tutte le prossime riunioni del FOMC. Le probabilità implicite dei possibili tassi obiettivo dei Fed Fund si basano sui prezzi dei contratti future dei Fed funds, ipotizzando che l'aumento del tasso sia pari allo 0,25% (25 punti base) e che il Fed Funds Effective Rate (FFER) reagisca per un ammontare simile. Le probabilità implicite relative alle riunioni del FOMC sono determinate dai contratti futures, come rilevati dal CME Group.
Per l’ultima riunione del FOMC dell'anno (19 dicembre), gli investitori attribuiscono una probabilità del 21,6% che i tassi di interesse si trovino nell’intervallo attuale 200-225 punti base, in diminuzione rispetto al 25,9% della settimana precedente e una probabilità del 78,4% che si trovino nel range di 225-250 punti base, in aumento rispetto al 74,1% della settimana precedente.
Per il primo FOMC del 2019 (30 gennaio), gli investitori attribuiscono una probabilità del 21,2% che i tassi di interesse si trovino nell'intervallo attuale di 200-225 punti base, in diminuzione rispetto al 24,8% della settimana precedente, una probabilità del 77,1% che si trovino nell'intervallo 225-250 punti base, in aumento rispetto al 72,0% della settimana precedente e una probabilità dell’1,7% che rientrino nell'intervallo 250-275 punti base, in diminuzione rispetto al 3,2% della settimana precedente.
Per il secondo FOMC del 2019 (20 marzo), infine, gli investitori attribuiscono una probabilità del 13,5% che i tassi di interesse si trovino nell'intervallo attuale di 200-225 punti base, in diminuzione rispetto al 18,4% della settimana precedente, una probabilità del 56,9% che si trovino nell'intervallo 225-250 punti base, in diminuzione rispetto al 59,8% della settimana precedente, una probabilità del 29,0% che si trovino nell’intervallo 250-275 punti base, in aumento rispetto al 20,9% della settimana precedente e una probabilità dello 0,6% che rientrino nell'intervallo 250-275 punti base, in diminuzione rispetto allo 0,8% della settimana precedente.
Da considerare che anche questa settimana l’intervallo che registra il valore modale più alto per tutti i FOMC del 2019 è sempre quello del 225-250 punti base. Ciò vuol dire che gli investitori non si aspettano nessun aumento dei tassi d’interesse nel corso del prossimo anno. Questa settimana, tuttavia, lo spettro delle probabilità si è spostato verso uno scenario di rialzi più hawkish rispetto alla settimana scorsa.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.