Mercato Trading e Segnali Operativi... ...Mercato Trading e Segnali Operativi -

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 26 ottobre 2020

Buy&Sell: cosa comprare e vendere il 26 ottobre

 


Il FTSE MIB disegna una long white che mostra una buona reazione degli acquirenti dopo 2 sedute negative. L’indice mostra una buona tenuta nonostante è atteso da un week end ricco di incognite.


L’incremento dei contagi da Coronavirus per il momento impatta relativamente sui prezzi, ma non è da escludere che in casi di lock down generalizzati, gli operatori potrebbero reagire con decise vendite. Probabilmente si cercheranno di evitare movimenti troppo bruschi nell’ultima settimana prima del voto per le presidenziali Usa in programma il 3 Novembre.

Anche sul fronte locale ci attendere una settimana impegnativa con diverse Blue Chips che presenteranno i risultati. In particolare, martedì: Mediobanca (MI:MDBI) e Saipem (MI:SPMI); mercoledì: Amplifon (MI:AMPF), Eni (MI:ENI) e Fca (MI:FCHA). Giovedì: Campari (MI:CPRI), Italgas (MI:IG), Prysmian (MI:PRY) e Recordati (MI:RECI).

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:

PIRELLI (MI:PIRC) disegna una Long white che esplode nella volatilità e nei volumi (i più elevati dal 1° Aprile). Possibile un ulteriore allungo verso 4.4€

Banco Bpm (MI:BAMI) disegna una long white che testa la resistenza chiave in area 1.7€. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale di continuazione rialzista

Fiat Chrysler Automobiles (MI:FCHA) prosegue la corsa chiudendo l’ottava settimana positiva nelle ultime 9. I prezzi si riportano a contatto con i precedenti massimi in area 11.23€. Il superamento di questo livello, potrebbe calamitare nuovi acquirenti

MONCLER (MI:MONC), come previsto, accelera a seguito del superamento della resistenza in area 38€ festeggiando i risultati migliori delle attese. Chi fosse intervenuto, fissi stop loss a 37.5€ e target a 40€

SAIPEM mostra timidi segnali di reazione, ma come è evidente dal grafico (elaborato con Big Short Hunter) ci sono ancora 8 investitori che scommettono pesantemente al ribasso sul titolo. Potremmo assistere a un corposo rimbalzo sono quando le Mani Forti molleranno la presa

TELECOM ITALIA (MI:TLIT) prosegue la discesa lasciando sul terreno il 7% nelle ultime 5 sedute. Monitoriamo il supporto in area 0.33€ su cui potremmo assistere a un tentativo di rimbalzo

https://it.investing.com/

https://it.investing.com/

Cominciano due settimane di fuoco

 

A otto giorni dalle elezioni presidenziali statunitensi, i mercati azionari sono partiti col piede sbagliato. Lo stimolo fiscale è stato l'argomento dominante negli ultimi giorni e le possibilità di approvazione prima della prossima settimana sono in netto calo, mentre le infezioni da coronavirus hanno raggiunto livelli record anche negli Stati Uniti (oltre all'Europa ovviamente).

Ovviamente le presidenziali diverranno il principale fattore di movimento dei mercati, tanto per la settimana in corso quanto per la prossima (anche oltre verrebbe da dire). Finora i sondaggi di opinione continuano a dirci che Biden guida con una probabilità di vincita del 66% (secondo RealClearPolitics). Va detto però che le probabilità di “una mare blu” sono scese al 50%, il ché potrebbe portare ad una reazione più volatile al risultato del 3 novembre. I mercati sembrano ancora posizionati verso una svolta democratica, ma attenzione a dare tutto per scontato.

Anche il forex sembra suggerire lo stesso posizionamento, gli analisti si aspettano infatti che la correlazione inversa tra il biglietto verde e gli asset di rischio continui anche nel prossimo futuro.

Lasciando la politica, è una settimana fondamentale per le trimestrali. I giganti della tecnologia Apple (NASDAQ:AAPL), Amazon (NASDAQ:AMZN), Alphabet (NASDAQ:GOOGL) e Facebook (NASDAQ:FB) sono tra le 186 aziende che andranno ad annunciare i risultati del terzo trimestre. Se le sorprese positive sugli utili dovessero mantenersi attorno all'84%, l'azionario potrebbe riprendere fiato.

Avremo anche riunioni di politica monetaria impattanti: la Banca del Canada mercoledì e la Banca centrale europea e la Banca del Giappone giovedì. Sappiamo che la deflazione è diventata una delle principali minacce in Europa e nonostante la BCE abbia aumentato le dimensioni del suo Pandemic Emergency Asset Purchase Programme (PEPP) a 1,35 trilioni di euro (da 750 miliardi di euro), gli ultimi dati PMI sui servizi indicano un nuovo rallentamento dell'economia. L'assenza di una risposta fiscale coerente sta rendendo il lavoro più difficile per la BCE, tutto ovviamente reso ancora più complicato dall'aumento delle infezioni da Covid. Secondo qualche analista, un accordo commerciale sulla Brexit e il rischio di una doppia recessione potrebbero spingere la banca centrale a nuovi stimoli (ma forse non prima di dicembre).

https://it.investing.com/

Segnali di nuova forza per il Bitcoin sopra 12000 dollari

 

La violazione della forte resistenza a 12000 dollari è un segnale di forza per il Bitcoin.

Infatti dopo essere saliti sopra quota 10000 a luglio, i prezzi hanno effettuato poi una lunga fase di consolidamento tra 10000 e 12000 sfociata poi con la violazione della parte alta nelle ultime sedute. Lo scenario pertanto è favorevole ad una ulteriore forza di Bitcoin che ha un primo obbiettivo dato dall’ampiezza del range a 14000 e successivamente a 16000 dollari. 

Il rialzo verrà negato solamente da chiusure settimanali inferiori a 12000 dollari.

Ritorni al di sotto di 11400 dollari riproporranno i corsi nuovamente verso 10000 dollari. Il Bitcoin ha cambiato pelle negli ultimi 24 mesi come dimostra il netto aumento di volumi scambiati diventando più simile ad uno strumento rischioso  tradizionale dove far confluire la forte liquidità presente.

Grafico Settimanale
Grafico Settimanale

https://it.investing.com/

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.