-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 4 dicembre 2018

Wall Street ci ripensa sull'accordo Cina-Usa. Tanti i titoli hot


Dopo il buon rialzo di ieri seguito alla tregua commerciale tra Stati Uniti e Cina, la piazza azionaria americana mostra di avere qualche ripensamento e ritorna un po' sui suoi passi. I futures sui principali indici viaggiano in rosso e vedono il contratto sull'S&P500 in calo dello 0,28%, seguito da quello sul Nasdaq100 che arretra dello 0,41%.
Il mercato vede rientrare l'entusiasmo di ieri legato all'accordo tra Cina e Usa sui dazi, nutrendo qualche dubbio sull'efficacia e l'affidabilità di questa intesa. 
L'agenda macro di oggi è molto scarna, visto che sarà diffuso solo l'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene statunitensi.
In calendario un discorso di John Williams, presidente della Fed di New York.
Sul fronte valutario intanto il dollaro perde terreno contro lo yen e scende a quota 112,86, ma il biglietto verde retrocede anche rispetto all'euro che si spinge ad un passo dalla soglia di 1,14.


Acquisti sulle commodities con il petrolio che estende il rally della vigilia e si presenta ora a 53,75 dollari dopo aver tentato di riposizionarsi sopra area 54 dollari in mattinata, e si muove in salita anche l'oro che raggiunge la soglia dei 1.239 dollari l'oncia con un progresso di oltre mezzo punto percentuale.

Tra i vari titoli da seguire Dollar General che nel terzo trimestre ha registrato un utile per azione in rialzo a 1,31 dollari, ma al netto delle voci straordinarie il dato scende a 1,26 dollari, centrando perfettamente le attese degli analisti. 
In crescita anche i ricavi che sono aumentati del 9% a 6,42 miliardi di dollari, superando le stime del mercato che puntava ad un dato pari a 6,39 miliardi di dollari.

Bene le vendite nei negozi aperti da almeno un anno, con un rialzo del 2,8% contro il 2,4% atteso dalla comunità finanziaria. 
Dollar General ha rivisto al ribasso le stime per l'esercizio in corso, per il quale prevede di realizzare ora un utile per azione compreso tra 5,85 e 6,05 dollari, rispetto al range indicato in un primo momento pari a 5,95-615 dollari.

Sempre in tema di risultati societari segnaliamo che a mercati chiusi si guarderà alle trimestrali di Toll Brothers e di Hewlett Packard Enterprise, per le quali si prevede un eps rispettivamente di 1,83 e di 0,43 dollari.
Da seguire FedEx dopo che Morgan Stanley ha confermato la raccomandazione "equalweight", con un prezzo obiettivo ridotto da 240 a 230 dollari.

La banca Usa ha tagliato anche il target price di Ups da 92 a 87 dollari, lasciando invariato il rating "underweight". 
Uno sguardo a Goldman Sachs sulla scia della notizia da cui si è appreso che la sua divisione Petershill acquisirà una quota di minoranza nella società di venture capital General Catalyst per circa 200 milioni di dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.