-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 6 dicembre 2018

L'Angolo del Trader


Telecom Italia in verde dopo le parole di Luigi Di Maio al forum ANSA. Il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ha ribadito che sarebbe soddisfatto della creazione di una rete unica TIM-Open Fiber, precisando che la decisione su cosa fare con la propria infrastruttura spetta al gruppo telefonico.
Ricordiamo che la scorsa settimana è stato approvato un emendamento al decreto fiscale volto a favorire la creazione della rete unica: l'emendamento ha visto prevalere l'impostazione dell'M5S, tesa a salvaguardare i livelli occupazionali di TIM ma a discapito delle tariffe finali. Graficamente Telecom Italia oscilla ormai da diverse sedute a ridosso di un importante ostacolo a 0,575 circa.

In questo punto convergono infatti la media mobile esponenziale a 100 giorni e il 50% di ritracciamento del ribasso dal top di fine luglio, due elementi discriminanti per la definizione delle prospettive grafiche di medio termine. Il superamento deciso di questi ostacoli permetterebbe infatti di dare continuità alla reazione partita a ottobre dopo il doppio test di area 0,477 in direzione di obiettivi a 0,63 e 0,67, picco di luglio.
Il perentorio ritorno sotto 0,54 invece alimenterebbe nuove pressioni ribassiste per target negativi a 0,50, poi di 0,488, per la chiusura del gap del 29 ottobre.
Notizie negative per *Tenaris *dall'Argentina. Ieri il gruppo attivo nella produzione di tubi per il settore oil&gas ha comunicato che gli inquirenti hanno chiesto l'arresto preventivo (preventive detention) per tutte le persone coinvolte nell'indagine "Notebook Case", tra cui il presidente e a.d.

Paolo Rocca. Si tratta dell'indagine su presunti pagamenti effettuati da Techint Group (holding che controlla Tenaris) nel 2008 a ufficiali del governo argentino per la quale lo scorso 27 novembre Rocca era stato formalmente accusato (decisione preliminare del giudice di prima istanza). Tenaris precisa che la richiesta di arresto preventivo non ha effetti immediati dato che solo un tribunale la può disporre: una decisione in merito è attesa in occasione dell'udienza in cui verrà esaminato tutto il caso, compresi gli appelli della difesa.

L'analisi del grafico di Tenaris evidenzia la massiccia flessione delle ultime settimane, movimento che ha generato un netto peggioramento del quadro grafico di medio/lungo periodo. Il titolo ha infatti violato i supporti statici di area 11 euro completando l'ampio doppio massimo formatosi a partire da inizio 2017.
Senza un ritorno in pianta stabile oltre 11,00/11,50 le quotazioni sono destinate a rivedere i minimi di inizio 2018 a 8,50 circa (conferme sotto quota 10).
Juventus FC accelera al rialzo grazie al report di Banca IMI. Gli analisti del broker hanno migliorato la raccomandazione da hold a buy e incrementato il target da 0,70 a 1,40 euro in previsione di un netto incremento dei ricavi favorito dall'ingaggio di Cristiano Ronaldo.

Per Banca IMI la Juve ha la possibilità di portarsi sui livelli dei cinque maggiori club europei attuali. Inoltre MF riferisce che secondo alcuni analisti Juventus FC ha buone possibilità di entrare nella "reserve list" del FTSE MIB, ovvero tra le società pronte a sostituire eventuali uscenti dal paniere dell'indice principale di Piazza Affari (si tratta di una lista di 4 azioni).
In serata Borsa italiana ha comunicato che Juventus FC e Amplifon entreranno nel FTSE MIB dal 27 dicembre (usciranno Mediaset e Banca Mediolanum). Le quotazioni si sono spinte fino a 1,198 euro dopo aver terminato martedì a 1,098 euro. A 1,16 hanno superato la trend line che unisce i massimi del 7 e 27 novembre.

Prossimo appuntamento importante con il picco del 7 novembre, a 1,2630, disegnato in corrispondenza del 38,2% di ritracciamento, importante riferimento ricavato dalla successione di Fibonacci, del ribasso dal top di settembre. Oltre quei livelli il target grafico del rialzo si sposterebbe a 1,35 euro, non distante dall'obiettivo segnalato da Banca IMI.
Solo discese sotto la media mobile esponenziale a 100 giorni, in transito a 1,07 circa, potrebbero fare temere l'avvio di una nuova fase di debolezza diretta verso area 1, dove si colloca la trend line che sale dai minimi di giugno. La posizione suggerita dal servizio Megatrader (www.megatrader.it) sul titolo è long dal 23 novembre, con ingresso a 1,08 euro.

Negli ultimi 12 mesi i suggerimenti offerti dal sistema hanno permesso di realizzare un guadagno teorico del 125,10% (alla chiusura del 4 dicembre). Il rating per il titolo e' di 2, in crescita, su una scala che si spinge come valutazione massima a 5, quindi esiste ancora in teoria un ampio spazio di crescita prima che l'uptrend denunci segnali di stanchezza.
(SF - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.