-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 5 novembre 2018

Piazza Affari ritrova il sorriso: la festa continuerà nel breve?

 
Anche l’ultima seduta della scorsa settimana si è conclusa in maniera contrastata per le Borse europee che, al pari di quanto accaduto nella sessione precedente, non sono riuscite a muoversi tutte nella stessa direzione, presentandosi al close precedute da segni diversi. Il Ftse100 è sceso dello 0,19%, mentre il Cac40 e il Dax30 sono saliti rispettivamente dello 0,32% e dello 0,44%.
La maglia rosa è stata indossata nuovamente da Piazza Affari che ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 19.390 punti, in rialzo dell’1,07%, dopo aver segnato nell’intraday un massimo a 19.529 e un minimo a 19.339 punti.
Molto positivo il bilancio settimanale visto che nelle ultime cinque sedute l’indice delle blue chips ha messo a segno un rialzo del 3,78% rispetto al close del venerdì precedente.  
Ftse Mib in forte recupero: ancora spazi al rialzo nel breve?
Il Ftse Mib ha aperto la settimana con un gap-up che lo ha portato da subito oltre i 19.000 punti, con un primo test di area 19.200. Questo livello è stato messo sotto pressione nelle quattro giornate consecutive, per poi essere violato nell’ultima sessione prima del week-end, quando si è avuto un allungo fino ad area 19.500, con una chiusura circa un centinaio di punti più in basso.
L’indice ha dato un seguito al recupero avviato dai minimi dell’anno in area 18.400, avvicinandosi alla soglia dei 19.500 punti, il superamento della quale aprirà nuovamente le porte ad un allungo verso area 20.000, già avvicinata all’inizio della seconda metà di ottobre.
In caso di violazione dei 20.000 punti l’ascesa dell’indice potrà proseguire verso i 20.200 e i 20.500 punti, oltrepassati i quali ci sarà spazio per estensioni rialziste in direzione dei 20.700/20.800 prima e di area 21.000 in un secondo momento.
Se l’indice non riuscirà ad avere ragione di area 19.500 non saranno da escludere indebolimenti verso i 19.200 punti prima e in seguito verso area 19.000. Al di sotto di quest’ultimo livello si tornerà a guardare a 18.800/18.700 punti, per poi ipotizzare ujn nuovo test dei minimi dell’anno in area 18.500/18.400.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com
Inutile dire che l’eventuale rottura degli stessi proietterà le quotazioni verso area 18.000, senza escludere estensioni ribassiste fin verso i 17.800 e i 17.500 punti nella peggiore delle ipotesi.
Al momento crediamo nella possibilità di una prosecuzione del recupero in atto con primo target in area 20.000, pur consapevoli del fatto che il recupero del Ftse Mib resti esposto al rischio di nuove incursioni ribassiste che si materializzeranno soprattutto in caso di cattive notizie dal fronte politico, con particolare riferimento allo scontro tra Roma e Bruxelles sulla legge di bilancio 2019.
Un certo peso all’evoluzione di Piazza Affari nel breve va riconosciuto anche agli sviluppi che interesseranno anche gli altri mercati nel breve, visto che difficilmente il nostro riuscirà a muoversi in maniera slegata dagli stessi.
I market movers in America
Sul fronte macro Usa si conoscerà il dato finale dell’indice PMI servizi, relativo cioè al settore non manifatturiero, che ad ottobre dovrebbe confermare la lettura preliminare a 54,7 punti, in rialzo rispetto ai 53,5 punti della versione definitiva di settembre. Per l’indice ISM servizi di ottobre si prevede un calo da 61,6 a 60 punti.
Da seguire un discorso di John Williams, presidente della Fed di New York.
Sul versante societario da seguire prima dell’avvio degli scambi a Wall Street i risultati degli ultimi tre mesi di Loews Corp. e Sysco Corp. dai quali ci si attende un utile per azione pari rispettivamente a 0,98 e a 0,92 dollari.
I dati macro e gli eventi in Europa
In Europa si segnala sul fronte macro solo l’indice Sentix che a novembre dovrebbe calare da 11,4 a 10,1 punti. Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) primo pomeriggio è prevista una riunione dell’Eurogruppo.
I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari
A Piazza Affari si conosceranno i risultati del terzo trimestre di Ferrari (Xetra: 30092157.DE - notizie) e di Italgas, ma alla prova dei conti saranno chiamati anche Risanamento (Londra: 28717.L - notizie) e Ternienergia (Milano: TER.MI - notizie) .
Sotto i riflettori Fca dopo che ad ottobre il mercato dell’auto ha registrato immatricolazioni in flessione del 7,4%. E’ andata decisamente peggio al gruppo del Lingotto che ha riportato un calo del 16,8%, a fronte di una quota di mercato in riduzione dal 26,04 al 23,4%.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.