-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 20 novembre 2018

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata


Sale il differenziale tra il rendimento dei Bund e quello dei Btp italiani (327 punti alle 16) fino a toccare i 338 per poi scendere, sale il rendimento del decennale italiano al 3,7% contro il precedente livello di 3,6%, sale la tensione tra governo Conte e Unione Europea nonostante la disponibilità da entrambe le parti di dialogare e le rassicurazioni, da parte di Roma, di non voler uscire dall'Eurozona.

Milano e Europa

A scendere, parallelamente, è Piazza Affari e il suo indice Ftse Mib che alle 16 arrivava a -1,4% seguito dal resto del Vecchio Continente: Dax -1,78%, Cac40 -1,5% e Ftse100 a -1,26%.

Non piace nemmeno il nuovo Btp Italia, in calo nelle richieste che non arrivano a 600 milioni di incasso, ulteriore segno di difficoltà per il sistema Italia nel raccogliere fiducia e capitali. Ma le cose non vanno bene nemmeno su Wall Street dove si registra un'apertura in pieno sell con l'S&p500 che alle 16,40 è in rosso dell'1,38%, il Dow gira a -1,8 e e sul Nasdaq100 si parla di un -1,38%.

Banche a Piazza Affari

Come è facile intuire sono le banche in crisi a Milano in vista di un procedimento per eccesso di deficit che con ogni probabilità verrà avviato già da domani, quando la Commissione europea comunicherà il suo parere sui bilanci dei singoli stati.

il che porterà pressione ulteriore sullo spread e, infine, sul settore del credito già duramente provato. A peggiorare la situazione anche le dichiarazioni del presidente dell'Eurogruppo, Mario Centeno, il quale ha ricordato che la versione rivista della legge di Bilancio data dall'Italia "non ha migliorato la situazione sui costi di rifinanziamento del debito, come si puà vedere dall'andamento del mercato: significa che non ha tolto i dubbi".

Enel

Nel rosso generalizzato che contraddistingue il Ftse Mib riesce ad evidenziarsi solo Enel grazie ad un piano industriale che prevede aumenti anche dei dividendi oltre che dei target.

Guardando nello specifico del piano, il colosso energetico punta a chiudere il 2018 con un margine operativo lordo di 16,2 miliardi di euro che diventeranno 17,4 miliardi nel 2019 e 18,5 miliardi nel 2020. Sul versante utile netto si parte dai 4,1 miliardi di euro per quest'anno che diventerebbero 4,8 miliardi nel 2019 e 5,4 miliardi nel 2020.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.