-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 7 novembre 2018

Piazza Affari ben impostata per nuovi rialzi: occhio alla Fed


Ripartono gli acquisti sulle Borse europee che dopo le incertezze delle ultime sedute hanno ritrovato la via dei guadagni oggi, incoraggiate dall'esito in linea con le attese delle elezioni di metà mandato negli Stati Uniti. Il Dax30 si è apprezzato dello 0,83%, mentre il Ftse100 e il Cac40 sono saliti rispettivamente dell'1,09% e dell'1,24%.


Si è apprezzata ancora di più Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 19.540 punti, con un vantaggio dell'1,42%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 19.608 e un minimo a 19.382 punti. 

L'indice ha avviato gli scambi già in gap-up ed ha allungato il passo oltre la soglia dei 19.500 punti, spingendosi in chiusura oltre i massimi segnati nell'intraday venerdì scorso.


La ritrovata positività del mercato, unitamente alla riconquista di un importante livello quale quello dei 19.500 punti, a nostro avviso troverà un seguito nelle prossime ore. 
Con conferme al di sopra di area 19.500 il Ftse Mib potrà mettere nel mirino l'ostacolo intermedio dei 19.700/19.800 punti, prima di pensare ad un allungo verso la soglia psicologica dei 20.000, senza escludere estensioni rialziste fin verso i 20.200 punti.

Almeno per la settimana in corso non prevediamo allunghi oltre i livelli appena segnalati, la rottura dei quali aprirebbe le porte ad un rialzo verso i 20.500 punti prima e in seguito in direzione di area 21.000. 
Ritorni dell'indice al di sotto dei 19.500 punti potrebbero favorire ripiegamenti verso i 19.300/19.200 punti, persi i quali aumenterà il rischio di un test di area 19.000.


Negativo sarà un abbandono di questa soglia che metterà in pericolo il recupero delle ultime sedute, con proiezioni per il Ftse Mib a 18.800 punti prima e in seguito sui minimi dell'anno in area 18.500/18.400. 
Al momento siamo confidenti in una prosecuzione del rimbalzo in atto e prevediamo nuove evoluzioni positive che dovrebbero essere supportate anche dal buon andamento di Wall Street.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com
Per domani sul fronte macro Usa si segnalano le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire leggermente da 214mila a 215mila unità.


Due ore prima della chiusura di Wall Street è atteso il verdetto della Fed sui tassi di interesse che dovrebbero rimanere fermi al 2%-2,25%, livello al quale sono saliti in occasione del rialzo deciso a fine settembre. 

Prima dell'apertura di Wall Street saranno resi noti i conti di JC Penney per i quali si prevede una perdita per azione di 0,56 dollari, mentre a mercati chiusi si guarderà ai risultati degli ultimi tre mesi di Walt Disney dai quali ci si attende un utile per azione di 1,33 dollari.



In Europa è attesa in mattinata la pubblicazione del consueto bollettino economico della BCE. 
In Germania si guarderà alla bilancia commerciale di settembre per la quale attese parlano di un saldo positivo di 18,1 miliardi contro i 18,3 miliardi di euro del mese precedente.

In Francia lo stesso dato dovrebbe mostrare un deficit di 6,2 miliardi di euro, in peggioramento rispetto al rosso di 5,6 miliardi di agosto. 

Da monitorare in Francia l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2026, 2028, 2030 e 2041 per un ammontare compreso tra 8 e 9 miliardi di euro, mentre in Spagna saranno collocati titoli con scadenza nel 2021, 2023, 2037 e 2066 per un importo compreso tra 3,5 e 4,5 miliardi di euro.



A Piazza Affari si guarderà alle trimestrali di Azimut, Bper Banca, Generali, Leonardo, Salvatore Ferragamo, Telecom Italia, Unipol, UnipolSai e Unicredit. 
Allo stesso appuntamento saranno chiamati: Acea, Credem, De Longhi, Fincantieri, Hera, Italmobiliare, Aeffe, Avio, Banca Ifis, BE, Cementir, D'Amico, Dea Capital, Digital Bros, ePrice, Equita Group, Massimo Zanetti, Retelit, Banca Intermobiliare, Banca Profilo, Banco di Desio e Brianza e Coima Res.


Da seguire Banco BPM che nel terzo trimestre ha registrato un utile netto pari a 172 milioni di euro, al di sotto dei 182 milioni previsti dal consensus.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.