-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 21 novembre 2018

Le Borse ritrovano il sorriso. Atteso il responso sulla manovra


Dopo ben cinque sedute consecutive in ribasso, le Borse europee riescono a ritrovare la via dei guadagni, muovendosi al momento tutte in positivo. Gli indici del Vecchio Continente hanno avviato gli scambi in salita e hanno dapprima allungato il passo, per poi frenare dai massimi, con il Cac40 e il Ftse100 in rialzo dello 0,46% e dello 0,58%, preceduti dal Dax30 che si apprezza dello 0,66%.

I mercati provano a reagire alla pesante flessione che ha colpito ancora una volta ieri Wall Street, dove i ribassisti continuano a picchiare sul settore tecnologico. 
Per oggi non sono previsti dati macro di rilievo in Europa e l'attenzione è tutta rivolta al verdetto della Commissione UE che oggi si pronuncerà in maniera definitiva sulla legge di bilancio 2019 dei vari Paesi.


Il sorvegliato speciale è l'Italia visto che contro di essa potrebbe essere avviata la procedura di infrazione per debito eccessivo. 

Il responso della Commissione UE è atteso peraltro nel giorno in cui termina il collocamento della quattordicesima tranche del BTP Italia che si avvia alla conclusione con risultati deludenti e preoccupanti.

Intanto rimbalza anche Piazza Affari che al momento sale più degli altri in Europa, con il Ftse Mib in ascesa dello 0,8% poco sopra i 18.600 punti. A ridare ossigeno all'azionario contribuisce la discesa dello spread BTP-Bund che si riporta poco sotto la soglia dei 320 punti base, con una flessione di circa due punti percentuali.



Ad approfittarne sono i titoli del settore bancario che vedono un ritorno vivace degli acquisti, con Banco BPM in rally di quasi il 6%, seguito da Bper Banca e Intesa Sanpaolo che avanzano del 2,45% e del 2,01%, mentre Ubi Banca e Mediobanca guadagnano l'1,89% e l'1,19%, tallonati da Unicredit che si apprezza di circa l'1%.


In recupero STM che progredisce di quasi il 2% malgrado il ribasso accusato ieri dal Nasdaq, mentre resta al palo Telecom Italia che si accontenta di un frazionale rialzo dello 0,22%. 

Si muove bene Generali con un incremento dell'1,59% sulla scia del nuovo piano industriale che prevede un tasso annuo composto di crescita dell'utile per azione tra il 6% e l'8%, con un payout tra il 55% e il 65%.



Non si ferma lo shopping su Enel che sulla scia del business plan presentato ieri continua a spingersi in avanti con un progresso dell'1,63%, sostenuto anche dai giudizi positivi espressi da diverse banche d'affari. 

Il rimbalzo dei prezzi del petrolio verso i 54,5 dollari al barile aiuta i titoli del settore oil con ENI e Tenaris in rialzo dello 0,65% entrambi, seguiti da Saipem che si accontenta dello 0,24% dopo il tracollo della vigilia.


Quanto ai titoli con il segno meno segnaliamo Luxottica e Campari in rosso dell'1,02% e dello 0,8%, seguiti da Buzzi Unicem e Leonardo che arretra dello 0,69% e dello 0,44%, mentre Prysmian ed Fca si muovono appena sotto la parità. 

Sul fronte macro Usa oltre all'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero calare leggermente da 216mila a 215mila unità.


Il dato preliminare degli ordini di beni durevoli ad ottobre dovrebbe mostrare una variazione negativa del 2,5% rispetto al rialzo dello 0,7% precedente, mentre al netto della componente trasporti le stime parlano di un incremento dello 0,2% dopo la lettura sulla parità di settembre.

Per il Superindice di ottobre è attesa una variazione positiva dello 0,2%, in frenata rispetto allo 0,5% precedente, mentre le vendite di case esistenti ad ottobre dovrebbero salire da 5,15 a 5,23 milioni di unità. Il dato finale della fiducia Michigan a novembre dovrebbe attestarsi a 98,5 punti, in lieve rialzo rispetto ai 98,3 punti della lettura preliminare e in frazionale calo in confronto ai 98,6 punti della versione definitiva di ottobre.



Da seguire prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i risultati degli ultimi tre mesi di Deere & Co. dai quali ci si attende un utile per azione di 2,45 dollari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.