-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 12 ottobre 2018

Piazza Affari: un rimbalzo pare più vicino, ma non così scontato


Cala il sipario su un'altra seduta vissuta tutta in discesa dalle Borse europee che hanno terminato gli scambi in flessione, complici anche i segnali negativi arrivati da Wall Street. Il Dax30 si è difeso un po' meglio con un calo dell'1,48%, mentre si sono mossi sostanzialmente di pari passo il Cac40 e il Ftse100, in rosso rispettivamente dell'1,92% e dell'1,94%.
Non molto diversa la situazione se ci sposta a Piazza Affari dove il Ftse mib ha terminato le contrattazioni su nuovi minimi dell'anno a 19.356 punti, con una flessione dell'1,84%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 19.664 e un minimo a 19.347 punti.

Ftse Mib: la discesa troverà un freno a breve?

L'indice ha avviato gli scambi già in calo e dopo aver ceduto la soglia dei 19.500 punti ha continuato a perdere terreno, con alcuni tentativi di recupero che però non sono andati a buon fine.
Le quotazioni sono scese così su nuovi minimi dell'anno e nessun supporto al momento sembra in grado di porre un freno alla caduta in atto.

Non aiuta certo il peggioramento del sentiment a livello globale che va a colpire un mercato, quale il nostro, già fortemente indebolito da problemi interni. 
Fino a quando non si avrà un calo della volatilità difficilmente si potranno imbastire tentativi di recupero solidi e credibili.
Dal punto di vista tecnico la violazione di area 19.500, confermata in chiusura di sessione, costringe a spostare l'attenzione sul prossimo sostegno di area 19.200/19.000.
Non è da escludere una tenuta di questo livello che potrebbe favorire quanto meno un temporaneo allentamento delle tensioni ribassiste. In mancanza di ciò però la discesa del Ftse Mib proseguirà in direzione del supporto successivo individuabile in area 18.500.
Se l'indice riuscirà a difendere i 19.200/19.000 punti, potrà dare vita ad un primo recupero che sopra area 19.500 vedrà un primo ostacolo a 19.700/19.800 punti, con successivo approdo sulla soglia psicologica dei 20.000 punti.
La riconquista di quest'ultimo livello aprirà le porte ad ulteriori rimbalzi verso i 20.200 e i 20.500 punti, raggiunti i quali sarà probabile una pausa di consolidamento prima di assistere ad eventuali nuovi sviluppi rialzisti.
Il contesto di mercato si conferma estremamente fragile e in situazioni come quella attuale l'unica cosa da fare è quella di rimanere in osservazione, per vedere su quali livelli si potrà assistere ad un prima frenata del ribasso.    
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di Trend-Online.com

I market movers in America

Per l'ultima seduta della settimana sul fronte macro Usa si segnalano i prezzi import che a settembre dovrebbero salire dello 0,1% rispetto al calo dello 0,6% precedente.

Per il dato preliminare della fiducia Michigan ad ottobre si prevede una lettura a 98,5 punti, in calo rispetto ai 100,1 punti di settembre. 
In agenda un discorso di Charles Evans, presidente della Fed di Chicago, oltre al quale parlerà anche Raphael Bostic, a capo della Fed di Atlanta.
Sul versante societario da segnalare l'avvio della nuova stagione delle trimestrali, e alla prova dei conti saranno chiamati Citigroup e JP Morgan che diffonderanno i risultati del terzo trimestre, con un eps atteso rispettivamente a 1,69 e a 2,25 dollari.

Per Wells Fargo si prevede invece un utile per azione di 1,17 dollari.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa si conoscerà il dato relativo alla produzione industriale che ad agosto dovrebbero salire dello 0,3%, in recupero dopo il calo dello 0,8% di luglio.
In Germania è atteso il dato finale dell'inflazione che a settembre è previsto in rialzo dello 0,4%, in linea con la lettura precedente e in aumento in confronto allo 0,1% del mese precedente.
A mercati chiusi è atteso il verdetto di Moody's e di DBRS sul rating del Portogallo.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari è in agenda un'assemblea degli azionisti di Credito Valtellinese per deliberare in merito alla revoca del Cda e alla nomina del nuovo Board.
Da seguire i bancari che potrebbero risentire delle indicazioni che arriveranno dai conti di Citigroup, Jp Morgan e BlackRock.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.