-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 5 ottobre 2018

Piazza Affari può riprovare al rialzo, ma non bisogna rilassarsi


 Ritorno delle vendite sulle Borse europee che hanno terminato gli scambi tutte in calo. Il Cac40 e il Ftse100 sono scesi rispettivamente dell'1,47% e dell'1,22%, mentre il Dax30 si è difeso decisamente meglio con un calo più contenuto dello 0,35%.


In rosso anche Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 20.612 punti, in ribasso dello 0,59%,dopo aver toccato nell'intraday un massimo a 20.7700 e un minimo a 20.581 punti. 
L'indice delle blue chips ha interrotto il recupero avviato dai minimi dell'anno aggiornati due sedute fa, ma il calo odierno non ha portato alla perdita di importanti livelli di supporto, lasciando di fatto la porta aperta a possibili recuperi nel breve.


Molto dipenderà dalla tenuta o meno di area 20.500, visto che la difesa di questa soglia renderà probabile una ripartenza degli acquisti con primo target l'area dei 20.800 e obiettivo successivo la soglia psicologica dei 21.000 punti. 
In caso di superamento di quest'ultimo livello il Ftse Mib avrà spazio di manovra al rialzo verso i 21.200 punti prima e in seguito in direzione di ara 21.500, il raggiungimento della quale potrebbe frenare in prima battuta le ambizioni rialziste del mercato.


Al ribasso discese confermate al di sotto dei 20.500 punti apriranno nuovamente le porte ad una prosecuzione delle vendite con obiettivo i minimi dell'anno in area 20.200. Con un abbandono di tale soglia il Ftse Mib andrà ad esplorare valori più bassi, il primo dei quali è individuabile in area 20.000, ma ci sono obiettivi successivi a 19.800 e a 19.500 punti, il raggiungimento dei quali non sarebbe così improbabile in caso di rottura dei minimi a 20.200.


Manteniamo una view costruttiva di breve a Piazza Affari, corredata però da una buona dose di prudenza, visto che il contesto non è certo favorevole per un'esposizione serena sul mercato, con un approccio che al momento deve rimanere del tipo mordi e fuggi.  

Sul fronte macro Usa oggi sarà diffuso il dato relativo alla bilancia commerciale che ad agosto dovrebbe mostrare un deficit in frazionale riduzione da 50,08 a 50 miliardi di dollari.

ben più rilevante sarà il report sul mercato del lavoro che in riferimento al mese di settembre dovrebbe restituire un tasso di disoccupazione in calo dal 3,9% al 3,8%, mentre il numero di nuovi posti di lavoro nel settore non agricolo dovrebbe frenare da 201mila a 188mila unità e la retribuzione media oraria attestarsi allo 0,3% rispetto allo 0,37% precedente.


In calendario un discorso di Raphael Bostic, presidente dela Fed di Atlanta. 

In Europa si guarderà alla Germania dove saranno diffusi i prezzi alla produzione che ad agosto dovrebbero mostrare un rialzo dello 0,1% rispetto allo 0,2% precedente. Per gli ordini all'industria di agosto le attese parlano di una rilevazione sulla parità, rispetto al calo del 4% di luglio.

In Italia si conosceranno le vendite al dettaglio che ad agosto dovrebbero salire dello 0,2% dopo il calo dello 0,1% precedente. 

A mercati chiusi è atteso l'aggiornamento del rating della Spagna da parte di Moody's, mentre S&P si pronuncerà su quello della Francia.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.