-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 11 ottobre 2018

Il FTSE MIB e le false partenze


In questi anni di studio abbiamo riscontrato 2 cose che riguardano le notizie macroeconomiche:
  1. influiscono sui mercati, ma solo in parte.
  2. favoriscono l’aumento della volatilità, ma non la direzionalità.
Per un breve periodo posso influenzare i mercati, ma quello che succede all’interno di uno specifico mercato è determinato da altri fattori, con periodi di tempo stabiliti in anticipo.
In riferimento alle immagini allegate, possiamo vedere che negli ultimi 15 giorni abbiamo incassato un bel “gancio destro” dal mercato.

Il prezzo ha perso 2.000 punti, che in termini percentuali rispetto al valore attuale è del 10%, a nostro avviso siamo arrivati nelle prime aree di arresto, ma non ha ancora raggiunto il minimo di periodo che per ora rimane a 21.625(minimo relativo), ma come potete vedere il prezzo si è fermato nel nulla, in soldoni, senza supporti o resistenze.
Il vero livello o area che possa fare da supporto è intorno ai 19.500, che è stata una zona di prezzo in cui vi sono stati fatti diversi accumuli (nel suo storico) e  è anche il 50 % di fibonacci del movimento  grosso partito lunedì 27 luglio 2016, in aggiunta guardando il tempo (mensile, per i fan dell’analisi ciclica), c’è ancora la possibilità di rimanere in basso per qualche giorno.
Dopo un primo tentativo di rimbalzo nella giornata di ieri (infrantosi immediatamente), ci sta dimostrando la volontà di bucare il minimo relativo (21.625) e proseguire la sua corsa verso i 19.500 in cui potrebbero riprovare una ripartenza.

L’entità di quest’ultima, attualmente, non ci è dato saperla, molto dipenderà dai ritracciamenti di Fibonacci e dai livelli.
È abbastanza chiaro che, se entro la metà di novembre il FTSE MIB rimarrà sempre sotto area 20450 (che è un punto determinante e di grande accumulo), si prospetterà un fine anno molto rosso.
A livello operativo, se entro metà della prossima settimana il future dovesse raggiungere l’area indicata precedentemente di 19.500, ci presenteremo compratori, utilizzando in questo caso delle opzioni mensili in acquisto (comprando solamente opzioni).
Le opzioni che teniamo monitorate sono le CALL 20.500 con scadenza il 16 novembre, tra le disponibili sono quelle più idonee che avranno il miglior rapporto rischio rendimento al raggiungimento del livello indicato.
Grazie all’esperienza acquisita negli anni, quello che possiamo constatare è che il mercato spesso effettua una falsa partenza (nel nostro caso quella di ieri), prima di provare una sana reazione.
Autore: Michele Troglio Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.