-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 3 ottobre 2018

Ciò che importa davvero di Bitcoin


Dopo che Bitcoin superò i $10,000, sulla stampa finanziaria mainstream sembrava che questa cosa fosse davvero importante. C'è stata una corsa per recuperare informazioni a riguardo. Alcuni hanno invece continuato a dire che fosse una bufala. Altri l'hanno liquidato come una bolla. Alcuni pezzi grossi hanno chiesto che fosse bandito, come se fosse addirittura possibile bandire un protocollo matematico.
C'è tanta confusione! Avendo seguito questa tecnologia sin dal 2010, ecco i dieci punti che ritengo più salienti di Bitcoin e dell'intero settore dei criptoasset.
  1. Non è stato inventato dallo stato. Sin dal mondo antico è stato affermato che il denaro fosse di dominio dello stato: come minimo proteggerlo, ma anche inventarlo, imporlo e gestirlo.

    Verso la fine del 19° secolo si sviluppò un'intera scuola di pensiero economico: la teoria statale del denaro. Il trattato di Georg Friedrich Knapp venne pubblicato con questo nome nel 1905 (traduzione inglese 1924) e contribuì a consolidare la nazionalizzazione del denaro nelle mani delle banche centrali.
    Bitcoin mostra che quella teoria è sbagliata. Il denaro buono emerge dallo scambio e dall'imprenditorialità, come disse Carl Menger.
  2. Non è stato inventato dal mondo accademico. Il protocollo di Bitcoin è stato rilasciato da un programmatore anonimo su una piccola lista di email e poi reso comune.

    Gli economisti – per non parlare di politologi e sociologi – erano completamente fuori dal giro. Questo aspetto è affascinante, perché la gerarchia intellettuale tradizionale pone il mondo accademico al primo posto e tutti gli altri al di sotto. Le vesti nere dei laureati dominano il corso della storia e tutti gli altri sono i loro beneficiari, come se esistesse una struttura di produzione per le idee.
    Il problema con questa teoria è emerso nell'era del capitalismo, quando i praticanti, non i teorici, hanno iniziato ad avere tutte le buone idee. Poi il contraccolpo arrivò nel ventesimo secolo: gli esperti avrebbero gestito la società. Ora stiamo scoprendo qualcosa di straordinario: le idee migliori vengono da chi ha i piedi a terra.
  3. Non si tratta solo di Bitcoin. In un certo senso i prezzi della criptovaluta principale sono una distrazione rispetto alla tecnologia sottostante: il libro mastro distribuito chiamato blockchain.

    Questa tecnologia ha generato un settore finanziario grande quanto Bitcoin stesso, con migliaia di applicazioni, tra cui ogni forma di contratto. La blockchain potrebbe anche portare ad uno cambiamento di paradigma nella relazione tra l'individuo e lo stato. La cosa fondamentale da capire su tale tecnologia è questa: è un modo migliore di fare le cose e fa rispettare i diritti di proprietà.
    Se non capite cosa significhi questa frase, mi dispiace ma non capite il valore di questa tecnologia.
  4. I vecchi regolamenti non funzioneranno. Questa tecnologia è completamente nuova, mentre tutti i meccanismi finanziari e normativi esistenti si basano su una tecnologia che funziona in un certo modo.

    Riorganizzare le regole per adattarle, non funzionerà. Creerà solo pasticci, rallentando il progresso. Le burocrazie combatteranno, ma nulla può fermare questa rivoluzione, che è senza confini e digitale, rendendone impossibile il controllo da parte dello stato. Inoltre ogni normativa riduce la competitività e consolida le imprese inefficienti.
    Pensate che se lo stato avesse vietato, ad esempio, i ferri di cavallo, l'elettricità, la combustione interna, o il volo, ciò avrebbe effettivamente impedito a queste idee di diventare realtà? Gli stati sono un fastidio, non gli autori della storia.
  5. Il denaro sarà in concorrenza. Molte persone vedono la situazione attuale come una lotta tra il dollaro e Bitcoin.

    Questo punto di vista è troppo semplificato. La vera lotta è tra i monopoli monetari nazionali e un nuovo sistema competitivo. Questa competizione si verifica tra criptovalute e cryptoasset. Le persone vogliono sapere chi sarà il vincitore. Anche questo è un pensiero appartenente al vecchio mondo.
    Il processo competitivo non si fermerà mai. Vincere sarà temporaneo, e un nuovo sfidante si alzerà e prenderà il primo posto. Questo è un nuovo mondo. Nessuna persona vivente sa come sarà, perché il denaro è stato protetto per troppo tempo dalla pressione del mercato.

    In particolare, gli americani dovranno abituarsi ad un mondo in cui il dollaro non sarà più il re.
  6. Il settore bancario e il credito cambieranno. L'intero sistema bancario centrale si fonda sull'idea di un monopolio monetario che consente in tal modo il pieno controllo e la gestione macroeconomica.
    Le criptovalute non devono essere in prima linea per poter distruggere questa presunzione. Devono solo far sparire il monopolio. Con una capitalizzazione di mercato di cinquecento miliardi di dollari al momento in cui viene scritto questo articolo, questo fatto potrebbe essere già successo.

    Inoltre le reti distribuite intrecciano denaro e sistemi di pagamento, quindi i processori di pagamento del vecchio mondo saranno destinati a soccombere. Nuovi giocatori spuntano fuori di giorno in giorno.
  7. Coloro che non usano il sistema bancario hanno lo stesso i diritti. Alcune persone stimano che la porzione di popolazione mondiale che non usa il sistema bancario sia costituita da due miliardi di persone.
    Questa è sicuramente una sottostima. Pensate al mondo in via di sviluppo, ma non limitatevi solo a quello. Dove vivo, coloro che non usano il sistema bancario sono ovunque, e lo fanno per una serie di motivi. Forse temono le intrusioni nella loro privacy. Hanno stili di vita e fonti di reddito che cadono fuori dal mainstream.

    Potrebbero avere professioni sospette. O sono troppo giovani. Forse è un problema di famiglia, o hanno paura di entrare nel sistema. In ogni caso, hanno lo stesso i loro diritti economici e la tecnologia blockchain offre loro un'opzione per la prima volta. Questa è la popolazione che alimenterà l'imprenditorialità in questo settore.
  8. Nessuno sarà al comando. La blockchain non ha un punto centrale di fallimento e nessuna forza dominante al comando.

    Gli intermediari finanziari non sono fuori dai giochi, ma non sono essenziali. I sistemi del passato si sono evoluti in cartelli; i sistemi del futuro saranno sempre più decentralizzati con una disintermediazione non-stop. Chiunque cerchi il pieno controllo dovrà tirare i remi in barca.
    Questo vale per le grandi società finanziarie e anche per gli stati. La logica tradizionale della politica è radicata nella presunzione della preminenza di una singola visione. Il futuro decentralizzato sarà radicato nella realtà dell'invenzione senza sosta. Nessuna ideologia può fermare questa evoluzione.
  9. È un modello per tutto. Bitcoin non è solo denaro, riguarda la libertà umana.

    Non siamo felici di vivere in gabbie . L'obiettivo della vita umana è trovare una via per la libertà. Gli stati e i loro lacchè hanno riso e hanno respinto l'intera rivoluzione, dal 2009 fino ad oggi. Il genio ormai è fuori dalla lampada.
  10. Nessuno conosce il futuro. Nessuno avrebbe potuto prevedere che ciò sarebbe accaduto.
    Nessuno può sapere cosa ci riserva qualcosa. Il futuro è entropico, non entalpico. Questo apparente caos si avvierà verso l'ordine e migliorerà la vita sulla Terra.
Di Jeffrey Tucker
Traduzione di Francesco Simoncelli
Autore: Francesco Simoncelli Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.