-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 2 ottobre 2018

Bond oggi: per i Btp si torna sui supporti. Short vincente


Se il quadro emerso venerdì lasciava spazio ancora ad alcune incertezze, quello di ieri ha fatto girare il barometro sulla bassa pressione. Il Future Btp long term si è infatti avvicinato al supporto chiave di 122,37, numero ormai bene impresso nella mente di chi opera con i titoli di Stato italiani.
Lì infatti c’è lo spartiacque fra normalizzazione e incubo. Sotto si potranno sopportare ancora discese sul minimo del 29 maggio a 118,35, oltre il quale la situazione diventerebbe effettivamente grave. E’ pur vero che la confusione appare enorme. Negli ultimi giorni uno dei maggiori gruppi europei dell’asset management ha sostenuto che la situazione peggiorerà entro fine anno – complici tagli di rating e quant’altro – proprio quando nelle stesse ore uno dei suoi maggiori strategist si dichiarava ottimista sull’Italia, il cui quadro delle entrate è migliore di quello francese e la cui eccedenza primaria di bilancio offre spazi di manovra.

Il fatto che il fuoco contro Roma venga sparato soprattutto da Parigi lascia intendere come sia in atto una guerra politica in previsione delle elezioni europee del 2019. Fino ad allora quindi la volatilità dominerà i mercati.

Intraday agitato

L’imprevedibilità dei movimenti, confermata ieri, rende complessa l’operatività di brevissimo periodo, anche perché da due giorni si assiste a forti “gap” di apertura per alcuni dei titoli più trattati, con non pochi falsi segnali.

Il 2,8% scadenza 2028 (Isin IT0005340929), ha evidenziato alternanza di trend positivi e negativi, con solo dopo le 16.00 una netta pressione ribassista. Il 2,8% scadenza 2067 (Isin IT0005217390) ha seguito la stessa strada ma alla fine di giornata è riuscito a incassare una contradditoria candela verde, caratterizzata da una notevole “upper shadow”.
Situazione simile per il 2,7% scadenza 2047 (Isin IT0005162828), la cui volatilità sta aumentando. In tutti i casi l’avvicinamento a supporti importanti è evidente. 

L’analisi dell’“inverse”

Inevitabilmente l’unico comparto con luce verde è quello degli Etf “Btp inverse”, di cui conviene seguire la versione a replica lineare, per i motivi di migliore riproduzione dell’andamento opposto al Btp Future di cui si è più volte scritto.

Il Lyxor Btp Daily -1 (Isin LU1523098561) ha messo a segno due vistosi “gap” d’apertura venerdì e ieri ma le relative candele hanno evidenziato corpi tutto sommato contenuti. La freddezza dell’analisi tecnica solo in parte promuove lo short sui Btp: a suo favore il SuperTrend, tornato positivo, il netto superamento delle medie mobili corte e lunghe e un Macd di nuovo con il segno più.
A suo sfavore alcuni indicatori che danno un eccesso di movimento rialzista e soprattutto una trendline ribassista ancora attiva: sarà rotta solo sopra quota 49, in realtà ormai vicina (chiusura ieri a 48,15). Il bilancio dei pro e dei contro è già a favore dei primi ma lo diventerà ancor più se l’“upside” proseguirà.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.