-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 8 ottobre 2018

Bond oggi: Etf Btp short, segni verdi ma con prudenza

 
Il Future sul Btp ha di nuovo rotto un supporto importante, quello dei 122,37 punti, il che era già avvenuto tre volte nei mesi scorsi, con successivi rimbalzi, seppur limitati. Si era infatti registrato il 29 maggio, il 6 giugno e infine il 13 agosto. Questa volta si tratterà di nuovo di debolezza momentanea o di un definitivo affondo sotto tale livello, come un canale ribassista, entro cui si muove, lascerebbe intendere? La media mobile a 10 sedute è decisamente male impostata, con una netta inclinazione all’ingiù e con il possibile incrocio di quella a 40 già nelle prossime ore. Per chi segue poi questo indicatore, il SuperTrend si mantiene sul rosso, confermando il sentiment negativo.
Etf Inverse più incerti
Il quadro generale appare mediamente favorevole per gli Etf short sul Btp, sebbene esitanti nel muoversi al rialzo, a causa della contraddittorietà di alcune sedute. 
  • Il Lyxor Btp Daily (-1x) Etf (Isin LU1523098561) a replica lineare inversa sta mettendo a segno solo candele verdi ma con una certa titubanza. Al valore di chiusura di venerdì di 48,58 euro si muove in un’area già raggiunta a fine agosto, quando si è creata la resistenza di 48,99, forse di nuovo testata oggi o domani, salvo improvvise svolte sul fronte politico. Il suo superamento lo porterà comunque a confrontarsi con una successiva resistenza a 49,58 euro, che corrisponde al massimo del 29 maggio. E’ inevitabile quindi una fase di incertezza, che solo una decisa spinta al ribasso del Future (Francoforte: 923414 - notizie) annienterebbe.
  • Il Boost Btp 10y Short Daily a leva 3 (Isin IE00BKS8QM96) fotografa immancabilmente una situazione simile, dopo la chiusura venerdì a 59,57 euro, con il test aggiuntivo rappresentato da una trendline tracciata su massimi discendenti, riferiti al 29 maggio e al 31 agosto. Se venisse rotta al rialzo l’Etf si troverebbe ad affrontare poi una prima resistenza a 61,04 e una seconda a 63,61.
Il Boost Btp 10y Short Daily a leva 5 (Isin IE00BYNXNS22), dopo la chiusura venerdì a 57,02 euro, replica la stessa situazione, riferita a valori inevitabilmente diversi: anche qui è presente una trendline ribassista di congiunzione fra minimi discendenti, che potrebbe essere rotta nelle prossime ore o sedute, per poi incontrare due resistenze a 59,71 e a 65,30 euro, quest’ultima nettamente più lontana rispetto ai precedenti strumenti short. 
Gli scambi non volano
La situazione di incertezza è confermata da contratti giornalieri tutto sommato contenuti: il Lyxor non ha superato i 50 nelle ultime sedute contro massimi a settembre oltre i 300; limitati anche quelli dei Boost sia a leva 3 sia a leva 5. Il mercato quindi non sembra volersi esporre più di tanto sul trend ribassista dei Btp. Lo fa perché prudente o perché teme movimenti di segno opposto nel breve termine? Questa settimana sarà decisiva per dare una risposta. 

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.