-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 5 ottobre 2018

Bond News: Euromacro


Interessanti le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
In Germania l'Ufficio di Statistica Destatis ha comunicato che nel mese di agosto l'Indice dei Prezzi alla Produzione è cresciuto dello 0,3% su base mensile risultando superiore alle attese fissate su un incremento dello 0,2% e dal +0,2% della rilevazione precedente.
Su base annuale il PPI e' cresciuto del 3,1%, dal +3% della rilevazione precedente (consensus +2,9%). L'indice core che non considera i prezzi dell'energia è cresciuto dell'1,8% ad agosto rispetto allo stesso periodo del 2017 e dello 0,1% rispetto a un mese fa.
Il Dipartimento dell'Economia e della Tecnologia tedesco ha reso noto che ad agosto gli ordinativi industriali sono cresciuti del 2% rispetto al mese precedente, battendo le attese degli analisti fissate su un incremento dello 0,7%.

A luglio gli ordinativi erano diminuiti dello 0,9% rispetto al mese precedente.
Nel mese di agosto in Francia la bilancia commerciale ha segnato un deficit pari a 5,6 miliardi di euro, superiore a quello rilevato in precedenza (3,4 mld di euro rivisti da 3,5 mld).Le esportazioni sono sostanzialmente stabili a 41,3 miliardi di euro da 41,4 mld di euro mentre le importazioni si sono attestate a 47 mld dai 44,8 mld di euro del mese precedente.
L'Istituto Nazionale di Statistica spagnolo ha comunicato che la produzione industriale in Spagna in agosto (stima provvisoria) è cresciuta dell'1,2% rispetto allo stesso periodo del 2017 pari alla rilevazione di luglio (rivisto al rialzo da +0,5%).

Gli analisti avevano stimato un incremento della produzione industriale dello 0,3% su base annuale.
Nel Regno Unito, l'Indice Halifax dei Prezzi Immobiliari a settembre ha registrato un decremento dell'1,4% su base mensile deludendo le attese fissate al +0,2% e dal -0,2% della rilevazione precedente.
Rispetto a settembre 2017 l'indice e' cresciuto del 2,5%, inferiore alle attese fissate su un incremento del 3,3% e dal +3,7% della rilevazione precedente.
In Italia l'Istat rende noto che ad agosto 2018 si stima che le vendite al dettaglio siano aumentate, rispetto al mese precedente, dello 0,7% sia in valore sia in volume.

La variazione positiva riguarda sia i beni alimentari (+0,3% in valore e in volume), sia i beni non alimentari (+0,9% in valore e +1,0% in volume). Nel trimestre giugno-agosto 2018, rispetto al trimestre precedente, le vendite al dettaglio sono aumentate in valore dello 0,5% e in volume dello 0,3%.
Le vendite di beni alimentari sono in crescita in valore (+0,4%) e in leggera flessione in volume (-0,2%); quelle di beni non alimentari sono in aumento dello 0,7% in valore e dello 0,6% in volume. Su base annua, le vendite al dettaglio aumentano del 2,2% in valore e dell'1,4% in volume. Le vendite di beni alimentari registrano una variazione positiva dell'1,9% in valore e un lieve calo in volume dello 0,1%, mentre quelle dei beni non alimentari sono in aumento sia in valore (+2,4%) sia in volume (+2,7%).

Per quanto riguarda le vendite di beni non alimentari, si registrano variazioni tendenziali positive per tutti i gruppi di prodotti, ad eccezione di Cartoleria, libri, giornali e riviste (-0,8%). Gli incrementi maggiori riguardano Elettrodomestici, radio, tv e registratori (+5,0%) e Altri prodotti (+4,5%).
Sempre a livello tendenziale, il valore delle vendite al dettaglio registra un aumento sia per la grande distribuzione (+2,4%) sia per le imprese operanti su piccole superfici (+1,3%). Il commercio elettronico registra una crescita dell'8,6%.
In rialzo i depositi overnight presso la Bce. L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 647,921 miliardi di euro, dai 636,557 miliardi della lettura precedente.

Scendono a 60 milioni di euro i prestiti marginali 88 milioni precedenti.
Spread BTP/Bund a 284 punti base nel pomeriggio. Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 3,41%.Stabile a 206 punti il divario tra i rendimenti dei Btp a 10 anni e quelli del Btp a 2 anni, ieri alla stessa ora si attestava a quota 208 punti.
Ancora negativi i titoli di Stato tedeschi.
Il Bund future di dicembre scende a 157,76 punti (-0,18%) ed il Bobl future si attesta a 130,39 punti (-0,05%).
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.