-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 21 settembre 2018

Wall Street non vuole rinunciare a nuovi record: si sale ancora?

 
La seduta odierna dovrebbe partire nel segno di un cauto ottimismo per la piazza azionaria americana, all'indomani dei nuovi record storici messi a segno dal Dow Jones e dall'S&P500. A meno di un'ora dall'avvio degli scambi il future sull'S&P500 mostra un frazionale rialzo dello 0,13%, mentre quello sul Nasdaq100 viaggia in progresso dello 0,13%.
Il mercato attende di conoscere due aggiornamenti macro che saranno diffusi dopo l'avvio degli scambi e si tratta del dato preliminare dell'indice PMI manifatturiero che dovrebbe salire da 54,7 a 54,9 punti, mentre l'indice PMI servizi è atteso in rialzo da 54,8 a 54,9 punti.
Sul fronte valutario il dollaro si spinge in avanti nei confronti dello yen salendo a quota 112,63, ma il biglietto verde guadagna terreno anche rispetto all'euro che dopo aver tentato un allungo verso area 1,18 viene fotografato ora 1,176.
Tra le commodities viaggia in rialzo il petrolio in direzione di area 71 dollari, mentre è debole l'oro che scende in direzione dei 1.203,5 dollari l'oncia.
Sei affascinato dai mercati finanziari e vorresti diventare un bravo trader?
Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com
Tra i vari titoli segnaliamo Micron Technology (Francoforte: 869020 - notizie) che oggi dovrebbe finire sotto pressione dopo la diffusione dei conti del terzo trimestre dell'esercizio fiscale in corso. Il periodo in oggetto è stato archiviato con un utile di 4,33 miliardi di dollari che si traduce in un risultato per azione di 3,56 dollari, al di sopra dei 3,34 dollari messi in conto dal mercato.
Il fatturato si è attestato a 8,44 miliardi di dollari, battendo anche in questo caso le previsioni degli analisti che puntavano ad un dato pari a 8,25 miliardi.
A deludere la guidance per il trimestre in corso visto che Micron Technology prevede di realizzare un fatturato compreso tra 7,9 e 8,3 miliardi di dollari, contro gli 8,45 miliardi del consensus, mentre l'utile per azione è atteso tra 2,88 e 3,02 dollari, al di sotto dei 3,08 dollari su cui punta la comunità finanziaria.
Uno sguardo anche ad AT&T (Sao Paolo: ATTB34.SA - notizie) doop che UBS (Londra: 0QNR.L - notizie) ha migliorato il giudizio da "neutral" a "buy", con un prezzo obiettivo alzato da 33 a 38 dollari.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.