-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 19 settembre 2018

Piazza Affari strappa un altro rialzo. Bene le banche


Ancora una seduta positiva a Piazza Affari che oggi ha guadagnato terreno per la quarta sessione consecutiva. Il Ftse Mib ha mostrato un andamento altalenante, attraversando in più di un'occasione la linea della parità, salvo poi terminare gli scambi con il segno più. L'indice ha concluso le contrattazioni a 21.280 punti, con un progresso dello 0,25%, mostrando un andamento meno vivace rispetto alle altre Borse europee che hanno registrato un incremento di circa mezzo punto percentuale.


Mentre in Europa l'agenda macro è stata priva di eventi, in America sono arrivate indicazioni contrastanti dal settore immobiliare. I nuovi cantieri edili sono saliti di quasi il 10%, ben oltre le stime, mentre le licenze di costruzione sono scese più del previsto. 

Tra le blue chips la più penalizzata dalle vendite è stata Prysmian che ha ceduto oltre il 2,5%, complice le prese di profitto dopo il rally di ieri sulla scia della semestrale migliore delle aspettative.


Segno meno anche per Ferrari che dopo aver tentato un nuovo allungo è sceso dell'1,32% all'indomani della presentazione dei target del piano che sono stati accolti con favore da diverse banche d'affari. 

In rosso le utilities con Italgas e A2A in calo dell'1,98% e dell'1,37%, seguiti da Snam e Terna che hanno ceduto entrambi poco più dell'1%, mentre Enel ha archiviato la giornata con un rosso dello 0,77%.


Telecom Italia è sceso delo 0,67% nel giorno in cui Mediobanca ha confermato la raccomandazione "outperform", riducendo però il target price a 1,08 euro. 

In cima al Ftse Mib troviamo Buzzi Unicem che ha portato a casa un rialzo del 2,19%, aiutato anche dalle indicazioni positive di UBS che ha ribadito la raccomandazione "buy", con un fair value a 26,5 euro, all'indomani dell'annuncio del piano di buy-back da parte del gruppo.



In evidenza Exor con un vantaggio del 2,21%, tallonato da Fca che si è apprezzato dell'1,82% dopo che il gruppo ha sovraperformato il mercato europeo con riferimento alle vendite nei mesi di luglio e agosto, quando si è avuta una crescita delle immatricolazioni rispettivamente del 17,2% e del 38,9%.

Conclusione positiva per i bancari con Bper Banca in rialzo dell'1,51%, seguito da Unicredit e Intesa Sanpaolo che hanno guadagnato rispettivamente l'1,43% e l'1,34%.

In ascesa dell'1,04% Mediobanca, mentre sono rimasti più indietro Ubi Banca e Banco BPM con un vantaggio rispettivamente dello 0,45% e dello 0,04%.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.