-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 25 settembre 2018

Piazza Affari in gran forma: pronta a regalare il bis domani?


La chiusura in rosso di ieri è stata seguita da un recupero oggi delle Borse europee che non sono riuscite a muoversi tutte alla stessa velocità. Il Cac40 e il Ftse100 sono saliti rispettivamente dello 0,05% e dello 0,19%, preceduti dal Ftse100 che ha guadagnato lo 0,66%.
La maglia rosa è stata indossata da Piazza Affari che non solo ha recuperato le perdite di ieri ma si è spinta anche oltre, con il Ftse Mib fermatosi sui massimi di giornata a 21.668 punti, in rialzo dell'1,54%, dopo aver segnato un minimo a 21.393 punti.

Ftse Mib sostenuto dall'ottimismo sulla manovra

L'indice delle blue chips ha avviato gli scambi già in salita e dopo aver riconquistato la soglia dei 21.500 punti ha allungato ulteriormente il passo oltre i massimi segnati nell'intraday di venerdì scorso.


Il mercato mostra un certo ottimismo in vista della diffusione della nota di aggiornamento sul Def in arrivo giovedì.
Dal punto di vista tecnico ci sono le condizioni per assistere ad ulteriori rialzi che troveranno il prossimo ostacolo intermedio in area 21.700/21.800, prima di un approdo sulla soglia psicologica dei 22.000 punti.

Prima dell'appuntamento di giovedì saranno improbabili allunghi oltre il livello appena segnalato che vedranno come target successivi i 22.200 e i 22.500 punti in prima battuta.
Al ribasso sarà da monitorare in primis la soglia supportiva dei 21.500 punti, sotto cui si potrebbe assistere ad una prosecuzione della discesa verso i 21.300 prima e in seguito in direzione di area 21.000.
Un primo segnale di indebolimento si avrà con ritorni al di sotto di tale soglia, evento che costringerà a spostare l'attenzione verso i 20.800/20.700 prima e in seguito sull'area dei 20.500, ultimo baluardo da difendere prima di un ritorno sui minimi dell'anno a ridosso dei 20.200 punti.
Il mercato potrebbe allungare ulteriormente il passo nelle prossime ore, ma non sarà da escludere una certa cautela in vista dell'appuntamento con la Fed e alla vigilia del tanto atteso Def tra due giorni. 

I market movers in America

Per domani sul fronte macro Usa si segnala l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari, ma più rilevante sarà l'aggiornamento sulle vendite di nuove case che ad agosto dovrebbero attestarsi a 637mila unità rispetto alle 627mila precedenti.
Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia.
Due ore prima della chiusura di Wall Street è atteso il responso della Fed sui tassi di interesse destinati a salire di un quarto di punto al 2%-2,25% e mezz'ora dopo avrà inizio la conferenza stampa del presidente Jerome Powell.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa i riflettori saranno puntati nuovamente sulla Francia visto che sarà diffuso l'indice della fiducia dei consumatori, per il quale a settembre si prevede una lettura invariata a 97 punti.
Da seguire in Grecia l'asta dei titoli di Stato con scadenza a 5 anni per un importo massimo di 3 miliardi di euro.

I titoli e i temi da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari sotto la lente Brioschi che diffonderà i conti del primo semestre dell'anno e saranno da seguire i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche di petrolio Usa.
Segnaliamo in mattinata l'asta dei titoli di Stato con l'offerta di BOT a sei mesi per un ammontare di 6 miliardi di euro.


 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.