-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 28 settembre 2018

Piazza Affari: benzina finita per ora. Fin dove si scenderà?

 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader di Protrader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.
L'indice Ftse Mib non è andato oltre la soglia dei 21.600 da lei segnalata nell'ultima intervista. Il recupero è da considerarsi concluso o ci sono ancora margini di upside nel breve?
Non vedo la situazione di Piazza Affari particolarmente favorevole ora, anche in ragione del fatto che la sessione di mercoledì può essere letta come una "doji cross", con massimi e minimi molto stretti.
Ieri il Ftse Mib ha lasciato aperto un gap-down che non è stato chiuso del tutto malgrado il recupero dai minimi intraday. Ieri è stato disegnato un pattern candlestick chiamato "hanging man", speculare all'hammer e con implicazioni ribassiste.
La discesa di ieri potrebbe proseguire anche oggi e credo che l'indice possa andare a rivedere area 21.000. Personalmente mi aspetto un po' di indecisione con un assorbimento delle notizie arrivate dal fronte politico con riferimento al Def, ma tendenzialmente mi aspetto una flessione dei corsi.
In ogni caso non prevedo nulla di drammatico, tenendo conto che anche un ritorno dell'indice in area 21.000 vorrà dire appoggiarsi su un livello di Fibonacci intorno al 50%.
Probabilmente il Ftse Mib incontrerà la banda inferiore di Bollinger che al momento transita intorno ai 20.890 punti, quindi poco sotto il valore dei 21.000 punti di cui parlavo poc'anzi.
Non credo che i corsi scenderanno molto oltre quest'ultima soglia perchè non vedo le caratteristiche tecniche che possano giustificate ribassi più corposi.
L'attenzione quindi a mio avviso andrà rivolta alla zona di supporto dei 21.000 punti che, se svolgerà a dovere la sua funzione, favorirà un rilancio del Ftse Mib verso l'alto.
In sintesi la configurazione delle ultime tre sedute mi fa pensare ad una prosecuzione della discesa dei corsi nell'immediato. Qualora si dovesse sfondare la soglia dei 21.000 punti sull'onda dell'emotività del momento, si sposterà l'attenzione sul supporto successivo dei 20.800 punti, livello abbastanza interessante.
Vorresti imparare a leggere le indicazioni che arrivano dal quadro intermarket?
Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com
L'euro-dollaro è tornato a perdere terreno dopo aver tentato un allungo verso area 1,18. Il recupero della moneta unica è finito?
L'euro-dollaro si è appoggiato sulla mediana delle bande di Bollinger a 1,1667 e sarà da valutare ora se quest'area si rivelerà un supporto o meno.
Unendo il massimo delle ultime sedute di agosto intorno a 1,17 e quello dei giorni scorso poco sotto 1,18, si ottiene una trendline che potrebbe proiettare l'euro-dollaro verso area 1,162/1,16 nel breve.
Una volta raggiunto questo livello bisognerà valutare il comportamento di questo cross che almeno nell'immediato appare orientato al ribasso, senza escludere approfondimenti verso quota 1,1565 che sarebbe la base di un doppio massimo sfalzato.
La mia idea è che l'avvicinamento di area 1,18 abbia rappresentato un bello sviluppo rialzista per l'euro-dollaro che almeno per il momento ha finito la sua corsa.
Come valuta l'arretramento dell'oro che non è stato capace di mantenersi al di sopra dei 1.200 dollari?
Anche nel caso dell'oro temo che il movimento discendente in atto sia destinato a durare, anche alla luce di un dollaro forte, al quale il gold è correlato negativamente.
Una prima area di supporto la possiamo individuare in area 1.180 dollari che è ormai a portata di mano, ma c'è la possibilità che ci sia un ulteriore sviluppo ribassista per andare ad acchiappare il minimo del 15 agosto scorso a 1.173 dollari.
Non è da escludere che l'oro possa scendere fin verso questa soglia dove magari creare il classico doppio minimo che favorirebbe una ripartenza dei corsi, ma per ora la flessione dei corsi pare destinata a proseguire.
Da notare che il gold sta uscendo dalla zona di squeeze, quindi di bassissima volatilità durata più di due settimane e questo dovrebbe favorire una prosecuzione del ribasso verso i livelli segnalati poc'anzi.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.