-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 24 settembre 2018

Piazza Affari arretra: iniziato il giro sulle montagne russe?


La prima seduta dellanuova settimana si è conclusa in rosso per le Borse europee che hanno prestato il fianco ad alcune prese di profitto dopo i rialzi delle ultime giornate. Il Cac40 e il Ftse100 sono scesi rispettivamente dello 0,33% e dello 0,42%, mentre il Dax30 è calato dello 0,64%.


Ad avere la peggio è stata Piazza Affari che ha amplificato la negatività degli altri mercati per via delle incertezze sul fronte politico, in attesa della legge di bilancio. Il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 21.339 punti, con un rosso dello 0,91%, dopo aver toccato nell'intraday un massimo a 21.486 e un minimo a 21.332 punti.



L'indice ha avviato gli scambi già in calo e dopo la perdita di area 21.500 ha continuato a scivolare verso il basso, scendendo in direzione del supporto intermedio dei 21.300 punti. 
Con la tenuta di questo livello si potrà assistere ad una ripresa degli acquisti che troveranno un primo ostacolo in area 21.500 e una barriera successiva sui massimi di venerdì scorso a ridosso dei 21.650 punti.

Positiva sarà la violazione di questa barriera che aprirà le porte ad ulteriori spunti positivi verso i 21.800 punti, superati i quali ci sarà spazio per un approdo sulla soglia psicologica dei 22.000 punti, senza escludere estensioni rialziste fin verso i 22.200/22.300 punti nella migliore delle ipotesi.


Eventuali ripiegamenti al di sotto di area 21.300 costringeranno a spostare l'attenzione sulla soglia psicologica dei 21.000 punti, persa la quale la discesa proseguirà verso i 20.800/20.700. 
L'abbandono di quest'ultimo livello favorirà un'accelerazione ribassista verso i 20.500 punti prima e in seguito in direzione dei minimi dell'anno in area 20.200.

Nelle prossime giornate non sarà da escludere un andamento nervoso e volatile del Ftse Mib in vista dell'appuntamento di giovedì quando si conoscerà l'aggiornamento sul Def da cui potrebbero dipendere le sorti del mercato non solo nel breve termine. 
Il ribasso odierno al momento non è allarmante ed appare fisiologico dopo sei sedute consecutive in salita, ma molto dipenderà a questo punto dalle indicazioni che arriveranno a breve dal fronte politico.



Sul versante macro Usa domani si conoscerà l'indice Redbook relativo alla vendite al dettaglio nelle maggiori catene americana. In agenda anche l'indice S&P Case-Shiller che a luglio dovrebbe mostrare una variazione positiva del 6,2% su base annua rispetto al 6,3% precedente, mentre l'indice relativo alla fiducia dei consumatori a settembre è atteso in calo da 133,4 a 131,3 punti.  

Sul fronte societario da seguire a mercati chiusi i risultati degli ultimi tre mesi di KB Home e di Nike, dai quali ci si attende un utile per azione pari rispettivamente a 0,77 e a 0,62 dollari.



In Europa si guarderà alla Francia dove si conoscerà l'indice relativo alla fiducia delle imprese che a settembre dovrebbe calare da 110 a 109 punti. 

A Piazza Affari si conosceranno i risultati del primo semestre di Borgosesia, Conafi Prestitò, LU-Ve, Daniel & C., Management & Capitali e Rosss.
In agenda un'assemblea di Mediacontech per deliberare in merito alla modifica dello Statuto.


Da seguire l'asta dei titoli di Stato visto che saranno offerti i CTZ con scadenza nel 2020 per un ammontare tra 1,25 e 1,75 miliardi di euro, oltre ai BTP indicizzati all'inflazione con scadenza nel 2032 per un importo compreso tra 750 milioni e 1 miliardo di euro. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.