-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 12 settembre 2018

Petrolio: crollano le scorte Usa e i prezzi si impennano

 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l'intervista realizzata ad Antonello Marceddu, trader di Protrader, al quale abbiamo rivolto alcune domande sui principali indici azionari, con una particolare attenzione rivolta a Piazza Affari.
L'indice Ftse Mib sta continuando a mettere sotto pressione l'area dei 20.900 da lei segnalata nell'ultima intervista. Si attende ulteriori sviluppi rialzisti nel breve?
Se ci basiamo su quello che è successo nella seduta di lunedì scorso, i buoni proposti per una ulteriore salita ci sarebbero tutti. In avvio di ottava infatti a Piazza Affari i volumi di scambio sono stati consistenti rispetto alle due giornate precedenti, anche se ancora al di sotto dei livelli della scorsa settimana.
L'allungo del Ftse Mib c'è stato e si è andati anche oltre gli ultimi massimi, per cui tecnicamente e graficamente ci si poteva attendere un allungo progressivo.
Quella di oggi si sta rivelando una seduta interlocutoria, complice anche la grande incertezza sul fronte politico nel nostro Paese. Questa è senza dubbio una motivazione valida che sta condizionando il nostro mercato, visto che gli investitori spesso sono a caccia di un pretesto per far salire o far scendere il mercato.
Indubbiamente se ci fosse più serenità sulle prospettive politiche del nostro Paese e in particolare maggiore chiarezza e stabilità relativamente alla prossima legge di bilancio, probabilmente si potrebbe avere un miglioramento del sentiment.
Nel (Londra: 0E4Q.L - notizie) caso in cui il Ftse Mib dovesse chiudere la sessione odierna sui livelli attuali in area 20.850/20.900, nei prossimi giorni non vedremo un'ulteriore salita dei corsi. Questo perchè la configurazione delle ultime tre sedute non è certo ottimale, perchè i massimi delle ultime tre giornate hanno creato una sorta di vetta, con un top più alto del precedente, seguito da un massimo più basso di quella della sessione precedente.
Vorresti imparare a fare trading a livello professionale??
Iscriviti da qui  per rimanere sempre aggiornato sugli eventi di formazione gratuita di  Trend-Online.com
Questa particolare conformazione potrebbe ostacolare ulteriori salite nel breve, complice anche un'incertezza di fondo che di fatto impedisce grandi slanci verso l'alto.
La fase di lateralità potrebbe proseguire nelle prossime giornate e personalmente non mi aspetterei un Ftse Mib molto più in basso dei minimi odierno e comunque di area 20.500. La mia attesa è che l'indice si mantenga al di sopra di tale soglia e questo potrebbe far sperare in un rialzo dei corsi in una futuro prossimo.
Le bande di Bollinger stanno cercando di allargarsi e l'analisi tecnica insegna che quando ciò accade si materializza quella configurazione chiamata "broadering", con un aumento dei prezzi sia al rialzo che al ribasso per far intervenire gli stop sulle posizioni aperte.
L'euro-dollaro continua a muoversi a poca distanza dalla soglia di 1,16. Cosa si aspetta nel breve?
Fino a quando il cross si manterrà al di sopra del 50% dell'intervallo di prezzi racchiuso tra un massimo a 1,1733 e un minimo a 1,1298, non vedo pericoli al ribasso per l'euro-dollaro.
Lo sforamento al ribasso del 50% di Fibonacci e quindi la violazione di 1,155 potrebbe favorire un movimento discendente anche di una certa consistenza. Allo stato attuale il livello appena segnalato si sta confermando un valido supporto, fermo restando che nuovi allunghi dell'euro-dollaro si avranno solo con la rottura decisa di area 1,1733.
L'oro staziona nei pressi di area 1.200 dollari l'oncia. E' lecito attendersi una perforazione di questo livello nelle prossime sedute?
L'oro presenta un massimo di breve periodo a 1.214 e un minimo in area 1.160 dollari. Nella seduta di ieri è stato battuto a 1.187 dollari un livello che corrisponde al 50% di Fibonacci e quest'area va letta come supporto di brevissimo periodo.
Se i 1.187 dollari dovessero reggere si avranno possibilità di salita nel breve che diventeranno più concrete al superamento dei 1.214 dollari. Una vera espansione di volatilità si avrà però solo con la rottura al rialzo dei 1.214 dollari o con una violazione al ribasso dei 1.160 dollari.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.