-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 20 settembre 2018

Nuovi crolli spingeranno Eos nel baratro?


Le quotazioni di Eos dopo il brusco calo di lunedì scorso riprendono gradualmente quota, tornado sopra i 5 dollari dopo aver sperimentato un nuovo minimo relativo a 4.60.
L’unico elemento positivo è rappresentato dal fatto che non è stato superata quota 4.16 dollari più in basso, determinando di fatto la formazione di un doppio bottom crescente.
Tale circostanza dal punto di vista grafico fa emergere una certa difficoltà dei venditori a spingere più in basso i prezzi.
Inoltre se consideriamo il recupero effettuato nelle due sedute precedenti che annulla quasi il -10% circa di lunedì, ciò farebbe supporre un possibile ulteriore miglioramento dei corsi oltre quota 6 dollari.
Sfortunatamente l’indicatore di forza relativa RSI non raggiunge valori adeguati a considerare come conclusa l'attuale nuova fase ribassista, riportando valori inferiori a 50 punti.
Infatti per considerare come definitivamente terminato il ciclo discendente di brevissimo termine, occorre che si verifichino chiusure sopra 5.70 con volumi finali crescenti.
Infine come già sottolineato in precedenza, da non sottovalutare eventuali chiusure sotto quota 4.40, che alimenterebbe una nuova corrente di vendite con obiettivi prima 3.75 e 3.40 in seguito.

Per chi volesse acquistare Eos

Attendere il superamento di 5.60 dollari per tentare nuovi acquisti, con un profilo di rischio che rimane elevato in quanto contrario al trend principale.

Per chi volesse vendere Eos

Ricollocare un ordine pendente a ridosso di 5.40 dollari, con stop loss unico 6.40 e target 4.90 dollari, con un profilo di rischio mediocre, meglio attendere evoluzioni del prezzo migliori.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.