-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 13 settembre 2018

L'Euro/Dollaro ci riprova: assalto a quota 1.18


L’Euro/Dollaro dopo la riunione BCE consolida il recupero iniziato già qualche giorno a seguito della scarsa propensione degli operatori a testare il supporto sotto 1.1520 $.
Consolidamento reso possibile anche dalla conferma di tassi fermi almeno per un altro anno, che sebbene fosse scontato dagli operatori sorprende il prolungamento della durata di questa scelta nonostante l’inflazione tendiziale in europa viaggi da qualche trimestre al 1.7 per cento, ad un passo dal target Bce.
Dal punto di vista tecnico le oscillazioni del cambio sono caratterizzate da una strutturale debolezza di fondo, non riuscendo ormai da quasi quattro mesi a superare la forte resistenza di 1.1850 $.
Ad appesantire il quadro analitico di medio termine è il fatto che i target verso l’alto si sono abbassati,con i prezzi che faticano a raggiungere anche livelli più in basso come 1.1740 $.
Tale situazione dal punto di vista operativo ha reso facilmente sfruttabili in chiave ribassista tutti i pull back che si sono arenati contro le resistenza citata, producendo buoni rendimenti a basso rischio.
Situazione che adesso si ripete con alcune differenze rappresentate dal valore positivo assunto dal Cci e dall'inclinazione della linea di resistenza dinamica passante a ridosso di 1.1710 $.
Infatti come emerge dal grafico allegato, i valori del Cci non hanno mai assunto una configurazione negativa, segnalando dunque una scarsa pressione di vendita a favore di una ripresa dell'Euro.
Dunque la salita attuale promette di proseguire a patto che si verifichino chiusure oltre 1.1720 e non inferiori a 1.16, con obiettivo naturale il breakout di quota 1.1855, al momento comunque improbabile vista la lentezza della progressione.

Strategia operativa

Per le posizioni long: nell'eventulità fose sfumata l'opprtunità di acquistare a ridosso di 1.1530 sulla tenuta del supporto, attendere la conferma del consolidamneto di quota 1.17 per rischiare nuovi ingressi.
Per le posizioni short: posizionare ordini pendenti a ridosso delle resistenze di 1.1730, con stop loss 1.1890 e target 1.1590.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.