-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 13 settembre 2018

Bond oggi: quanto sono cari quelli in Try sull’EuroMot!


E’ il caso proprio di farlo il punto sulle emissioni in lire turche quotate sull’EuroMot. Pur con l’incertezza delle evoluzioni future – sebbene la valuta stia da qualche giorno rafforzandosi – e nell’imminenza di un possibile aumento dei tassi, previsto per oggi, salvo cambiamenti di direzione dell’ultima ora, con un incremento al 23%, la maggioranza delle emissioni presenti sull’EuroMot si caratterizza per rendimenti oltre il 20%, prezzando già in parte la decisione della Banca centrale di Ankara.

In realtà si va anche ben oltre, visto che alcuni zero coupon e tassi fissi corti superano addirittura il 30%. La curva dei rendimenti dei governativi in lire turche – che non possono essere acquistati in Italia – conferma una strana gobba sul 3 anni al 26%, per poi scendere sul decennale al 19,9%.
E’ quindi soprattutto ai primi che si dovrà guadare nelle prossime ore, poiché i loro yield potrebbero aumentare ancor più. Ieri all’opposto sono stati i rendimenti dei decennali a registrare un leggero incremento, mentre corti e medi sono scesi di poco. Il problema è però un altro: consiste nel differenziale di quotazione fra EuroMot e le altre Borse europee, aspetto poco percepito perfino da chi sta sui mercati. 

Tre esempi sui corti

Nel segmento dei tre anni sono vari i titoli da seguire con maggiore attenzione e fra i quali è interessante analizzare il divario di prezzi.
  • Il Bei 12,5% scadenza 27/3/2021 (Isin XS1799047565) ieri ha chiuso a 85 Try con rendimento al 21,9%, quindi sotto il governativo con corrispondente vita residua, differenza dovuta tutta al diverso rating.

    Con uno spread medio denaro/lettera di circa 100 punti base, è mediamente liquido, il che porta a quotazioni dilatate rispetto a varie Borse europee, dove ieri pomeriggio prezzava sotto 80 (alla Deutsche Boerse sui 79,2 e al Lussemburgo sui 78,7).
  • Il World Bank/Ifc 11% scadenza 3/2/2021 (Isin XS1559906356) si collocava ieri a 80,6 Try con yield al 20,5%.
    In questo caso – come spesso avviene per tale emittente – lo spread denaro/lettera si caratterizzava ieri per entità enormi, con punte anche oltre i 500 punti base! Elevatissima la differenza di quotazione nei confronti di varie Borse tedesche e di intermediari bancari, tutti collocati sui 74/75.
  • Un’analisi infine riferita a uno zero coupon, l’Ebrd 2/8/2021 (Isin XS1655322797): in questo caso l’EuroMot si rivela quasi più competitivo, con spread denaro/lettera a meno di 100 punti base.

    Rispetto infatti ai 52,95 Try della nostra Borsa si contrappongono quotazioni di 53,2/53,4 esposti da vari contributori sul mercato “Otc”.

In conclusione quindi…

Attenzione alle quotazioni esibite sull’EuroMot. Di fronte a un mercato nettamente meno liquido rispetto a quello di altre piazze europee evidenzia inefficienze di prezzo in alcuni casi vistose.
Se si può si operi quindi sull’“Otc” oppure si mettano valori di acquisto allineati per esempio a quelli della Deutsche Boerse, facilmente reperibili mediante il relativo sito Internet. E’ possibile che non si sia poi colpiti ma meglio così piuttosto che entrare con quotazioni eccessivamente disallineate in confronto alla media di quelle trattate nel resto d’Europa. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.