-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 27 settembre 2018

Bond News: Euromacro


Molte le cifre macroeconomiche pubblicate in giornata.
A settembre, il clima dei consumatori in Germania ha visto, in generale, sviluppi positivi. Entrambe le aspettative economiche e di reddito sono in aumento, mentre la propensione all'acquisto è in leggero calo. Secondo i risultati preliminari del Gfk Consumer Climate Study a settembre il clima dei consumatori è atteso in crescita di 0,1 punti rispetto al mese precedente, passando a 10,6 punti.
L'indicatore delle aspettative economiche è salito di 4,9 punti a 27,1 punti. Il trend negativo della prima parte dell'anno sembra quindi essere esaurito e l'indicatore è, ancora una volta, su una traiettoria ascendente. Tuttavia, rispetto all'anno precedente, l'indicatore è ancora in calo di ben sei punti.

Sulla scia del miglioramento delle previsioni economiche, anche le aspettative di reddito sono cresciute a settembre. La crescita di 5,3 punti in più compensa le perdite del mese precedente. La misurazione attuale è di 57,9 punti, sui livelli più alti dell'ultimo anno. Nell'agosto 2017 l'indicatore di reddito si era attestato a 61,4 punti .
Secondo quanto comunicato dal Centraal Bureau voor de Statistiek (Cbs, l'Ufficio centrale di statistica olandese), in settembre l'indice della fiducia delle imprese commerciali è calato in Olanda a 5,7 punti dai 5,9 punti di agosto.
In base ai dati BCE la massa monetaria M3 si è attestata al 3,5% ad agosto in calo dalla rilevazione precedente fissata al 4%.

I prestiti privati si sono attestati al 3,1% (consensus +3,1%) dal 3% della rilevazione precedente.
La Commissione Europea ha reso noto che l'Indice di Fiducia dei Consumatori in luglio si è attestato a un tasso annuale di -2,9 punti risultando pari al consensus ma in calo dalla lettura precedente pari a -1,9 punti.L'indicatore di fiducia economica (ESI) è sceso a 110,9 punti nell'area dell'euro da 111,6 punti precedenti (attese 111,2 punti).
In base a quanto riportato dall'Istat, ad agosto 2018 si stima un aumento congiunturale dello 0,4% dell'indice dei prezzi alla produzione dell'industria.

Su base annua si registra una crescita del 4,4%.Sul mercato interno, i prezzi alla produzione dell'industria aumentano dello 0,5% su luglio 2018 e del 5,1% su base annua. Al netto del comparto energetico, la crescita congiunturale è solo di poco positiva (+0,1%) e si riduce in misura ampia l'incremento tendenziale (+1,2%).
Sul mercato estero, la dinamica congiunturale è nulla, sintesi di una variazione positiva (+0,1%) per l'area euro e di una variazione negativa (-0,1%) per quella non euro. Su base annua si registra un aumento del 2,2% (+2,0% per l'area euro e +2,4% per quella non euro).Nell'ultimo trimestre (giugno–agosto 2018) si stima un incremento dei prezzi alla produzione dell'1,8% sul trimestre precedente.

La dinamica congiunturale dei prezzi è più sostenuta sul mercato interno (+2,1%) rispetto a quello estero (+0,6%).Il settore manifatturiero che ad agosto si caratterizza per il più ampio aumento tendenziale è la fabbricazione di prodotti petroliferi raffinati (+16,8% sul mercato interno, +42,8% in area euro e +32,8% in area non euro).
In diminuzione, sul mercato interno, il settore della fabbricazione di computer, prodotti di elettronica e ottica (-1,1%); sul mercato estero area euro, la flessione più marcata si registra per il settore dei prodotti farmaceutici (-1,1%); il settore della fabbricazione di mezzi di trasporto mostra la flessione maggiore in area non euro (-1,6%).

Nel settore delle costruzioni, i prezzi alla produzione degli edifici residenziali segnano, ad agosto, una variazione nulla. Su base annua si stima un aumento dell'1,8%.Nel secondo trimestre 2018 si stima che l'indice totale dei prezzi alla produzione dei servizi aumenti dello 0,5% sul trimestre precedente e dell'1,4% su base annua.
I settori che registrano gli aumenti tendenziali più ampi sono i servizi di architettura e ingegneria (+4,9%) e quelli del trasporto di merci su strada (+2,6%); la flessione tendenziale più elevata si rileva per il magazzinaggio e custodia (-2,2%).
In Germania, l'Ufficio Federale di Statistica (Destatis) ha reso note le stime preliminari sull'inflazione.

L'indice dei prezzi al consumo è atteso in crescita dello 0,4% a settembre rispetto ad agosto (superiore alle attese fissate e alla rilevazione precedente entrambe fissate su un incremento dello 0,1%). L'indice è previsto in crescita del 2,3% su base annuale, dal +2% della rilevazione precedente (consensus +2%).
L'indice armonizzato dei prezzi al consumo evidenzia una crescita attesa dello 0,4% a giugno dal +0% del mese precedente e un incremento del 2,2% su base annuale. Il risultato finale verrà pubblicato il 12 ottobre.
Aste in Europa:
- Il Tesoro ha collocato BTP con scadenza nel marzo 2023 (isin IT0005344335) per 2,000 mld di euro.

Il rendimento si è attestato al 2,03% in calo di 40 punto base dall'asta di fine agosto e bid to cover pari a 1,42. Sono stati inoltre assegnati 2,500 mld di euro in BTP dicembre 2028 (isin IT0005340929). Il rendimento medio si è attestato al 2,90%, in calo di 35 punti base dall'asta precedente.
La domanda ha superato l'offerta di 1,44 volte. Infine sono stati collocati CCTeu 2025 per 1,250 mld di euro (isin IT0005331878) contro richieste pari a 2,083 mld. Il rendimento medio è sceso di 53 punti base al 1,77%. Il Bid to cover è risultato pari a 1,67.
In crescita i depositi overnight presso la Bce.

L'ultima rilevazione giornaliera indica che i depositi di breve delle banche europee presso la Banca centrale europea ammontano a 648,272 miliardi di euro, dai 639,788 miliardi della lettura precedente. Salgono a 48 milioni di euro i prestiti marginali dai 8 milioni precedenti.
Spread BTP/Bund a 240 punti base nel pomeriggio.
Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 10 anni si attesta al 2,91%.
In recupero i titoli di Stato tedeschi. Il Bund future di dicembre sale a 158,32 punti (+0,19%) ed il Bobl future si attesta a 130,43 punti (+0,02%).
(CC - www.ftaonline.com)
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.