-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 5 settembre 2018

Analisi fondamentale settimanale sui prezzi del gas naturale

Il range previsto nel breve termine va dai 2.974$ ai 2.830$, mentre venerdì è stata testata la zona di ritracciamento che andava dai 2.902$ ai 2.919$, la reazione dei trader in questo intervallo dovrebbe determinare la direzione del mercato del gas naturale di questa settimana.
La scorsa settimana, i future sul gas naturale hanno registrato un leggero segno più, nonostante il rapporto del governo indicasse un’estrazione settimanale più alta del previsto per la settimana conclusasi il 24 agosto. Secondo i trader, l’andamento è stato condizionato dal deficit dello stoccaggio in previsione della stagione di invernale.
La scorsa settimana, i future sul Gas Naturale di ottobre si sono attestati a 2.916$, guadagnando 3$ con un +0,1%.
Il 29 agosto a quota 2.830$, le posizioni short hanno iniziato ad acquistare in copertura, causando un’inversione tecnica al rialzo. Gli acquisti hanno continuato a rafforzarsi nei due giorni successivi, portando la quotazione a 2.931$, prima del lungo weekend di vacanza negli Stati Uniti.
L’aver guadagnato 101$ è stata un’indicazione abbastanza importante, riflette la volontà degli acquirenti di difendere le proprie posizioni sul mercato da una sostanziale pausa prima dell’inizio della stagione del riscaldamento. Gli acquisti sono stati probabilmente alimentati dalle supposizioni che la stagione invernale inizierà con un deficit significativo dello stoccaggio.
Report settimanale dell’U.S. Energy Information Administration (EIA)
Giovedì scorso, 30 agosto, l’U.S. Energy Information Administration (EIA) ha dichiarato che, durante la settimana conclusasi il 24 agosto, c’è stato un aumento di 70 miliardi di piedi cubi di gas, ben al di sopra della stima del mercato, che attendeva un incremento di 65 miliardi di piedi cubi. 70 Bcf sono molto al disopra rispetto ai 32 Bcf dello scorso anno e della media quinquennale di 59 Bcf per la stessa settimana.
Secondo l’EIA, lo stoccaggio di working gas, il 24 agosto, ammontava a 2.505 miliardi di piedi cubi, valore in deficit di 646 Bcf rispetto allo stesso periodi dello scorso anno e di 588 miliardi di piedi cubi al disotto della media quinquennale di 3.093 miliardi di piedi cubi.
Inoltre, l’EIA ha dichiarato i valori delle estrazioni: 35 miliardi di piedi cubi nel Midwest, 27 miliardi di piedi cubi ad est, 4 miliardi di piedi cubi nelle zone montuose e 2 miliardi di piedi cubi nelle regioni del Pacifico e del centro sud.
Previsioni
La ripresa della scorsa settimana, con il lieve segno più, è arrivata nonostante le temperature si siano abbassate frenando la domanda, secondo S&P Global Platts Analytics, la stima sulla domanda totale degli Stati Uniti è in calo di 2 miliardi di piedi cubi, e si è attestata a 77,1 miliardi di piedi cubi alla fine della settimana. Per i prossimi 7 giorni, la domanda è stimata intorno ad una media di 79,2 miliardi di piedi cubi al giorno.
Platts ha anche dichiarato che gran parte della diminuzione della domanda è stata dovuta al calo del consumo di energia nella regione nord-est e in quella sud-orientale, dopo che le temperature sono tornate alla normalità dai picchi registrati all’inizio della settimana. La richiesta di consumo di energia elettrica dovrebbe aumentare e portare ad una media di consumo di circa 36,1 miliardi di piedi cubi al giorno nei prossimi sette giorni.
Previsioni meteo a breve termine
Secondo NatGasWeather.com, per il periodo che va dal 2 al 6 settembre, “L’alta pressione porterà aria calda in tutto il nord e l’est degli Stati Uniti durante la settimana, con temperature massime tra gli 85F° e i 90F°, e riporterà considerevolmente in alto la domanda nazionale . L’eccezione sarà il nord-ovest che avrà un clima più mite. ”
Analisi dei grafici
Tecnicamente, il range dei prezzi andrà dai 2.668$ ai 2.979$. La sua zona di ritracciamento tra i 2.833$ e i 2.799$ sarà un supporto principale, con un intervallo intermedio compreso tra 2.751$ e i 2.979$. Un ulteriore zona di supporto sarà il ritracciamento dai 2.865$ ai 2.838$. La combinazione delle due zone di ritracciamento crea un’area di supporto tra i 2.838$ e i 2.833$, un’area che essenzialmente ha fornito il supporto durante la settimana scorsa quando gli acquirenti hanno interrotto le vendite a 2.830$.
Il range previsto nel breve termine va dai 2.974$ ai 2.830$, mentre venerdì è stata testata la zona di ritracciamento che andava dai 2.902$ ai 2.919$, la reazione dei trader in questo intervallo dovrebbe determinare la direzione del mercato del gas naturale di questa settimana.
This article was originally posted on FX Empire

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.