-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 27 agosto 2018

Quadro precario a Piazza Affari: previsioni e titoli da seguire

 
Di (KSE: 003160.KS - notizie) seguito riportiamo l’intervista sull’indice Ftse Mib e su alcune delle blue chips quotate a Piazza Affari, con domande rivolte a Roberto Scudeletti, trader indipendente e titolare del sito www.prtrading.it .
L'indice Ftse Mib nelle ultime sedute ha recuperato terreno dai minimi dell'anno aggiornati di recente. Il recupero potrà proseguire nel breve?
Come preventivato, abbiamo assistito ad un timido rimbalzo tecnico che ha portato il Ftse Mib a superare le prime resistenze, settimanale e mensile, senza però intaccare neppure la prima giornaliera, rimanendo quindi in una situazione precaria.
Nel breve, solo sopra la media a 12 periodi giornaliera, che corrisponde con la collega a 24 periodi mensile, intorno a 20.890 punti, potremo assistere a un ulteriore impulso rialzista.
In tal caso il primo obiettivo è dato dalla zona 21mila-21140, con secondo target a 21.330 punti, con eventuale estensione sulla importante ennesima resistenza, la fascia tra 21.500 e 21.580. rappresentata rispettivamente dalla media settimanale a 12 periodi e dalla chiusura del gap down e dalla media giornaliera a 50 periodi.
Viceversa, sotto i 20500-20420 punti, assisteremo ad un nuovo attacco dei minimi dell’anno intorno a 20365-20236 punti, con nuova ondata di vendite verso i 20mila punti e poi verso l’ultimo baluardo significativo stile Fort Alamo, rappresentato dalla media mensile a 100 punti intorno ai 19.300 punti circa.
Venerdì scorso Bper Banca è sceso in controtendenza rispetto al comparto, mentre si è fermato poco sopra la parità Mediobanca. Qual è la sua view su questi due titoli?
BPER Banca si trova in un doppio minimo da manuale dell’analisi tecnica, con un recente tentativo di rottura intraday, prezzi rientrati in chiusura e attuale fase di incertezza, col primo rimbalzo tecnico respinto dai venditore.
Dopo il primo minimo relativo a 3.992 euro di fine maggiom abbiamo assistito ad una interessante risalita poco sopra i 4.85 euro, con ennesimo capitombolo poco sotto i 4 euro, ripresina a 4.144 e presente ritorno poco oltre i 4 euro, in bilico.
Solo sopra i 4.15 euro potremo assistere ad una prima ripresa dei corsi, con supporti a 3.952-3.855 e resistenze a 4.44-4.66 euro.
Mediobanca è stata protagonista di una trappola per tori, poiché dopo un movimento laterale ha finto la rottura della parte superiore, addirittura segnando nuovi massimi relativi, per poi sgonfiarsi come un palloncino bucato.
Il titolo è crollato di brutto, con recente base dalla quale stava effettuando un buon rimbalzo, ostacolato da una importante doppia resistenza grafica e presente nuova fase ribassista.
Dopo una lateralità tra 9.30 e 10 euro, Mediobanca ha rotto questa importante soglia psicologica per salire sino al massimo di 10.40 euro dello scorso aprile, dal quale è partita una forte discesa, con fermata poco sopra 7.50 euro, recente ripresa che ha visto ripresentarsi i venditori in corrispondenza con la media giornaliera a 100 periodi e il ritracciamento del 50% di Fibonacci da massimo a minimo, con attuale ennesima debolezza in area 8.19-8.34 circa.
Una nuova evoluzione positiva si avrà sopra 8.58 euro, con supporti a 8.17 e 7.97 e resistenze a 9.18-9.64 euro.
Fca ha chiuso la scorsa ottava con un bel rally, ma ha guadagnato terreno anche Ferrari. Cosa può dirci di questi due titoli?
FCA dopo un rally praticamente verticale si stava crogiolando in un movimento laterale, dopo di che, all’ennesimo attacco fallito alla parte alta, ha deciso, anche sulla scia di notizie societarie luttuose, di effettuare la recente forte correzione, con attuale tentativo di rimbalzo.
Sull’ulteriore finta rottura dei 20 euro, abbiamo assistito ad una fase correttiva, esplosa recentemente con nuovi minimi a 13.40 euro e presente ripresa verso 14.50 circa.
Nuovi scenari positivi si avranno solo sopra i 14.80 euro, con supporti a 14.09 e 13.75 euro e resistenze a 15.85 e 16.60 euro.
Ferrari dopo la corsa quasi ininterrotta che ha portato ad aggiornare il massimo storico, innesta una retromarcia sostanziosa, dalla quale sta cercando faticosamente di riprendersi, pur rimanendo in un contesto delicato di breve.
A metà giugno il titolo si è impennato sino a 129.50 euro, con seguente forte discesa a 100.50 euro e attuale andamento sostanzialmente lateral-ribassista tra 105 e 110 euro, in attesa di nuova direzionalità.
Nuovi impulsi rialzisti si avranno sopra i 114.50 euro, con supporti a 109 e 106.40 euro e resistenze in area 122.50-128 euro.
STM provando a risalire la china, mentre Telecom Italia è sceso sotto quota 0,6 euro. Quali sono le sue attese per questi due titoli nel breve?
STM è stata protagonista di un rialzo verticale, seguito da un lungo momento di vacanza, culminato con un inaspettato secondo massimo addirittura crescente, con recente fase correttiva e attuale tentativo di ripresa.
Dopo il volo sul massimo relativo di 21.59 euro, il titolo ha lateralizzato tra 20.10 e 17 euro circa, con recente nuovo top poco sotto i 23 euro, discesa sui 16.80 e presente rimbalzo a 17.425 euro.
Sopra i 17.75 euro sarà possibile una ripresa dei corsi, con supporti a 16.90 e 16.49 euro e resistenze a 19-19.90 euro.
Telecom Italia continua ad essere respinta dai venditori ogni volta che tenta di rialzare la testa da ribassi anche corposi e attualmente si trova alle prese con l’ennesima fase correttiva.
Sul recente attacco a 0.60 euro, scongiurato dall’immediato rimbalzo poco sotto 0.67 euro, eccola ancora a scendere intorno a 0.60 euro, con un possibile quanto pericoloso doppio minimo in formazione.
Nuovo scenario moderatamente rialzista solo sopra 0.6330 euro, con supporti a 0.6028 e 0.5882 e resistenze a 0.6770-0.7110 euro.
Quali sono i titoli che sta seguendo con più interesse in questa fase di mercato? A quali consiglia di guardare ora?
Monitoriamo con attenzione: A2A, SNAM e UNICREDIT.

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.