-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 30 agosto 2018

Piazza Affari: rischi in aumento. Meglio stare alla finestra?


Il rimbalzo di ieri non ha trovato un seguito oggi per le Borse europee che sono tornate a perdere terreno, chiudendo gli scambi in rosso. Il Ftse100 è sceso dello 0,62%, seguito dal Dax30 e dal Cac40 che hanno ceduto rispettivamente lo 0,54% e lo 0,42%.

Ftse Mib al test di un importante supporto: cosa aspettarsi ora?

La maglia nera è stata indossata da Piazza Affari dove il Ftse Mib dopo un avvio in calo ha provato a risalire la china, salvo arrendersi all'attacco dei ribassisti.

L'indice ha così terminato gli scambi sui minimi intraday a 20.495 punti, con una flessione dell'1,28%, dopo aver segnato un massimo a 20.781 punti.
Nelle rubriche dei giorni scorsi parlavamo della difficoltà incontrata dall'indice di avere ragione dell'ostacolo in area 20.700/20.800.
Proprio da questo livello i corsi sono stati respinti, scendendo a mettere sotto pressione la soglia dei 20.500 punti.
Una rottura confermata di quest'area aprirà le porte ad ulteriori scenari ribassisti e in quest'ottica l'attenzione andrà subito rivolta ai recenti minimi dell'anno aggiornati poco sopra i 20.200 punti.
L'eventuale cedimento anche di questo sostegno spingerà il Ftse Mib ad un test della soglia psicologica dei 20.000 punti, la cui tenuta sarà essenziale per evitare approfondimenti ribassisti anche veloci verso i 19.800 e i 19.500 punti prima e in seguito in direzione di area 19.000 nella peggiore delle ipotesi.
Se il Ftse Mib riuscirà a reagire prontamente da area 20.500 tornerà a premere sulla resistenza intermedia dei 20.700/20.800 punti, rotta la quale allungherà il passo in direzione di area 21.000.
Solo con una rottura decisa dei 21.000/21.100 punti gli acquisti proseguiranno in direzione dei 21.500 punti, raggiunti i quali si potrebbe assistere ad una breve pausa di consolidamento prima di ulteriori tentativi rialzisti che avranno come target successivo l'area dei 22.000.
Con il ribasso accusato oggi aumentano i rischi nell'immediato per il Ftse Mib che dovrà subito tentare un recupero per evitare ripiegamenti che andrebbero a compromettere un quadro tecnico già molto fragile.

I market movers in America

Nell'ultima seduta della settimana sul fronte macro Usa si guarderà all'indice Chicago PMI che ad agosto dovrebbe scendere da 65,5 a 63 punti, mentre il dato finale della fiducia Michigan ad agosto è atteso a 95,3 punti, in linea con la lettura preliminare e in frenata rispetto ai 97,9 punti della versione definitiva di luglio.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa è atteso il tasso di disoccupazione che a luglio dovrebbe scendere dall'8,3% all'8,2%, mentre il dato preliminare dell'inflazione di agosto è visto in rialzo del 2,1% su base annua, in linea con la lettura precedente, e anche la versione "core" dovrebbe confermare l'indicazione di un rialzo dell'1,1% evidenziata a luglio.
In Germania si guarderà alla vendite al dettaglio che a luglio dovrebbero calare dello 0,2% dopo il rialzo dell'1,2% di giugno.

In Francia l'inflazione preliminare di agosto è vista in rialzo dello 0,5% rispetto al calo dello 0,1% precedente.
Lo stesso dato in Italia è atteso in salita dello 0,3%, in linea con la lettura di luglio, mentre il tasso di disoccupazione dovrebbe calare leggermente dal 10,9% al 10,8%.

La lettura finale del PIL del secondo trimestre è vista in rialzo dello 0,2%, in linea con l'indicazione preliminare, ma in frenata in confronto allo 0,3% dei primi tre mesi dell'anno.
A mercati chiusi è atteso il verdetto di Fitch sul rating dell'Italia.

I titoli da seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire ACSM-AGAM e Poligrafica San Faustino che alzeranno il velo sui conti del primo semestre del 2018.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.