-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 30 agosto 2018

Piazza Affari risale la china: al via un recupero più deciso?


Anche la seduta odierna si è conclusa in maniera contrastata per le Borse europee che non sono riuscite a muoversi tutte nella stessa direzione. Fuori dal coro il Ftse100 che è sceso in controtendenza dello 0,71%, mentre il Dax30 e il Cac40 hanno terminato gli scambi in rialzo rispettivamente dello 0,27% e dello 0,3%.


Semaforo verde anche a Piazza Affari che a differenza di quanto accaduto nelle ultime sessioni, ha mostrato una maggiore forza relativa rispetto agli altri mercati. Il Ftse Mib si è fermato sui massimi intraday a 20.760 punti, con un vantaggio dello 0,68%, dopo aver segnato un minimo a 20.513 punti.


In queste ultime sedute l'indice delle blue chips ha avvicinato in più di un'occasione l'area dei 20.500, riuscendo a mantenersi al di sopra della stessa e dando vita oggi ad un recupero verso i 20.800 punti, da cui è stato respinto più di una volta di recente. 
Ulteriori sviluppi positivi si avrà con la rottura di area 20.800, preludio ad un test della soglia psicologica dei 21.000 punti.
Oltre questo livello il Ftse Mib potrà allungare il passo verso i 21.200 punti prima e i 21.500 in un secondo momento. Solo con la rottura decisa di quest'ultima resistenza si potrà pensare ad un ritorno in area 22.000, il raggiungimento della quale appare ancora prematuro nell'immediato.


La mancata violazione di area 20.800 potrebbe favorire nuove vendite che troveranno un valido sostegno sui 20.500 punti. In caso di rottura ribassista di tale soglia bisognerà mettere in conto ulteriori ripiegamenti che condurranno con buona probabilità verso i minimi dell'anno a ridosso di area 20.200.

L'abbandono anche di questo supporto aprirà le porte a flessioni verso i 19.800 punti prima e in seguito in direzione di area 19.500, senza escludere estensioni ribassiste fin verso i 19.000 punti nella peggiore delle ipotesi. 
Il quadro tecnico del mercato al momento non ha subito cambiamenti di sorta rispetto alle ultime giornate, per quanto il recupero odierno potrebbe far sperare in ulteriori spunti rialzisti che però si andranno a concretizzare solo con la rottura dei 20.800/21.000 punti.    

Domani sul fronte macro Usa i riflettori saranno puntati sulle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 210mila a 214mila unità.

I redditi personali a luglio dovrebbero salire dello 0,4%, in linea con la lettura precedente, mentre le spese al consumo, sempre a luglio, sono attese in positivo dello 0,3% rispetto allo 0,4% di giugno, con l'indice PCE core in crescita dello 0,1%, in linea con la lettura precedente. 

Prima dell'apertura di Wall Street saranno resi noti i risultati degli ultimi tre mesi di Abercrombie & Fitch per i quali si prevede una perdita per azione di 0,04 dollari.

Alla prova dei conti anche Campbell Soup e Ciena Corporation, con un eps atteso rispettivamente a 0,24 e a 0,36 dollari, mentre per le trimestrali di Dollar General e di Dollar Tree il consensus si aspetta un utile per azione di 1,49 dollari nel primo caso e di 1,15 dollari nel secondo.  

In Europa si conoscerà l'indice di fiducia economica che ad agosto dovrebbe calare frazionalmente da 112,1 a 112 punti, mentre l'indice relativo alla fiducia delle imprese è visto in ribasso da 5,8 a 5,5 punti.

Il dato finale della fiducia dei consumatori ad agosto dovrebbe confermare l'indicazione precedente pari a -0,6 punti. 
In Germania sarà reso noto il tasso di disoccupazione che ad agosto dovrebbe rimanere invariato al 5,2% e sempre in terra tedesca si conoscerà la versione preliminare dell'inflazione che ad agosto dovrebbe dovrebbe evidenziare una variazione positiva dello 0,1% dopo lo 0,3% del mese precedente.


A Piazza Affari da seguire con attenzione l'asta dei titoli di Stato visto che saranno offerti i BTP con scadenza nel 2023 per un importo compreso tra 3 e 3,75 miliardi di euro, mentre quelli con scadenza nel 2028 saranno collocati per un ammontare racchiuso tra 1,75 e 2,25 miliardi. 
In asta anche i CCTeu con scadenza nel 2023 e nel 2025 per un importo tra 1,25 e 1,75 miliardi di euro. 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.