-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 29 agosto 2018

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata


Dopo una mattinata all'insegna della debolezza diffusa i listini europei hanno continuato a procedere in ordine sparso anche se a Piazza Affari ha continuato a resistere il segno meno fino a qualche minuto fa.

L'incognita Brexit

Alle 16.30 il Ftse Mib registrava infatti un leggero attivo dello 0,02%, stesso risultato del Dax mentre il Ftse100, causa difficoltà con la Brexit arrivava a -0,9%.
Da un lato Londra deve ancora fare i conti con un processo di separazione dell'Europa che non vede alcuno sviluppo significativo, tanto da portare molti a temere che i termini entro i quali dovrà essere chiusa un'intesa, scadranno senza che le parti abbiano trovato una soluzione, nemmeno per le questioni più importanti come quella riguardante il commercio.

Ad ogni modo un'estensione delle tempistiche oltre la headline di ottobre, ipotesi che sta circolando in queste ore e che vedrebbe una nuova scadenza a novembre, permetterebbe di guadagnare tempo: di fronte ad una prospettiva del genere la sterlina, però, è crollata. Il motivo? Semplicemente il fatto che dietro a questo nuovo calendario si nascondono enormi difficoltà nel riuscire a tracciare un cammino parallelo, ma separato, da entrambe le parti.
Non è al prima volta, infatti, che cambiano le date: a giugno il compromesso era stato fallito e adesso il summit Ue del 18 ottobre rappresenta un ultimo scoglio da superare.
In tutto questo anche lo spread Bund-Btp  ha fatto marcia indietro attestandosi a 275,7 punti base grazie alla collocazione questa mattina di 6 miliardi di Bot con scadenza sei mesi.

Un'operazione che ha visto un deciso rialzo dei rendimenti causato a sua volta dall'incertezza politica che regna sul paese; i mercati, infatti, attendono ancora la presentazione della legge di bilancio e dei documenti di economia finanza per le prossime settimane.

I protagonisti a Piazza Affari

 A peggiorare la situazione, anche le dichiarazioni contrastanti degli esponenti del governo: se da una parte, infatti, il vice primo ministro Luigi di Mario ha confermato la possibile volontà del governo di superare la barriera del 3% sul deficit imposta dall'Europa, dall'altro il ministro dell'economia Giovanni Maria ha osservato come la volontà di venir meno alle direttive europee rappresenti, in realtà, più una critica alle regole stesse che non la volontà di superarle, rassicurando tutti che gli impegni presi con Bruxelles verranno rispettati.
Tra i protagonisti a Piazza Affari impossibile non citare Ferrari che corre sul listino italiano con oltre il 3,6% di vantaggio in vista dell’iPo di Aston Martin, offerta che ha permesso agli analisti di essere bullish sul titolo.

Buona anche la giornata di Fca con le prime conseguenze, in borsa, dell’accordo tra Usa e Messico sul commercio di acciaio e alluminio.  Continuano anche le difficoltà per Atlantia appesantita dalla notizia delle perquisizioni fatte dalla Guardia di Finanza in esecuzione di un decreto di sequestro della documentazione relativa al crollo del ponte Morandi.
 
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.