-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 31 agosto 2018

Mercati ancora deboli in attesa di Fitch: dati macro non aiutano


L'inflazione di agosto, che secondo la lettura preliminare, è cresciuta del 2% in Europa, non aiuta i mercati che alle 14 segnano ancora un passivo diffuso un po' ovunque.

Inflazione Eurostat

La stima flash di Eurostat, infatti, evidenzia un livello leggermente inferiore non solo rispetto al consensus ma anche al precedente risultato di luglio, entrambi del 2,1%.
Inferiore alle attese anche l'indice depurato dagli elementi più volatili, quelli di energia e alimentari, che alla fine risulta essere in aumento dell'1%, anche in questo caso sotto le stime e il precedente risultato entrambi fissati all'1,1%. Va meglio anche sul fronte della disoccupazione: il dato di luglio (tagliando le variabili stagionali) si ferma all'8,2%, lo stesso del mese precedente e di quasi un punto percentuale in meno sullo stesso mese del 2017, quando era al 9,1%.

Allargando al visuale ai 28, invece, la disoccupazione è al 6,8% dal 6,9% di giugno e dal 7,6% di luglio 2017.

Istat e Pil italiano

Sempre tra i dati macro è da segnalare qluello fornito dal'Istat e riguardante il Pil, visto in crescita per il secondo trimestre 2018 a +0,2%.
Rivista anche la stima sull'anno che passa a +1,2% invece dle precedente +1,1%. Le previsioni di crescita dell'attuale governo, confermate direttamente dal ministro dell'economia Giovanni Tria parlano, per il 2018 di un traguardo che potrebbe avvicinarsi al +1,5% inizialmente previsto, sebbene, ha specificato il rappresentante del Dicastero, è possibile intravedere qualche motivo di rallentamento.
Tra le ultime notizie, quella di una possibile serie di incontri tra il presidente Usa Donald Trump e quello russo Vladimir Putin in occasione di tre vertici che si terranno nel 2018 e che orientativamente dovrebbero essere quelli di Singapore, Francia e Argentina.

I timori per Fitch

Il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov ha tenuto a precisare che per quanto Mosca sia intenzionata a tenere i colloqui, "tutto dipende dalla reciproca volontà di collaborazione".
Sullo sfondo ancora i rumori di una guerra commerciale che porta gli acquisti sul dollaro, anche in virtù dei recenti contraccolpi visti tra le divise emergenti.
Resta però in primo piano l'approssimarsi della pubblicazione del giudizio di Fitch sull'Italia, pubblicazione che arriverà in serata, a mercati chiusi.

Attualmente il rating è di BBB con outlook stabile ma da più parti si guarda ad una revisione in negativo dell'outlook più che ad un vero e proprio downgrade. A spaventare è anche lo spread Btp-Bund che, per quanto in contrazione poco sopra i 280, potrebbe spingersi oltre quota 300 in caso di una serie di revisioni negative da parte delle società di rating, revisioni che, a loro volta, farebbero schizzare in alto i rendimenti sui decennali, adesso oltre la soglia del 3,2%.

Tra i protagonisti, in negativo, di Piazza Affari, spicca Tim con il suo -3%; l'ex monopolista deve scontare la concorrenza di Iliad e l'attesa per la valutazione della sua rete. In questo secondo caso le attese puntano al 10 settembre quando ci sarà la riunione del consiglio di Amministrazione della società per valutare le frequenze 5G.
Alla sua offerta da 1 miliardo potrebbero rispondere in olti e tra queste la stessa Iliad la quale, insieme a Fastweb, Vodafone, Wind 3, Linkem e Open Fiber è stata ammessa alla gara.


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.