-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 16 agosto 2018

Mediaset affondata dal report di Morgan Stanley


Il report di Morgan Stanley su Mediaset ha effetti pesanti sulle quotazione, annullando nel giro di poche sedute i guadagni faticosamente realizzati nel mese di luglio.
Come se la crisi economica abbattutasi in Turchia non avesse già complicato il quadro tecnico del Ftse Mib impedendo in particolare al titolo di superare con slancio la resistenza dei 3 euro, il report della banca d'affari Statunitense stende letteralmente i prezzi che in quattro sedute lasciano sul terreno il 10% circa.
Infatti gli analisti consigliano di ridurre l'esposizione in portafoglio con un target price atteso a 2€, in quanto i ricavi pubblicitari in Spagna e in Italia non cresceranno in maniera significativa e l'effetto dei mondiali sugli incassi sarà presto dimenticato.
Inoltre sul fronte delle future alleanze la banca non si aspetta alcuna novità rilevante nel settore della tv generalista gratuita, indicando come unico elemento di miglioramento dei conti la leva della riduzione dei costi operativi, da sempre tallone d'achille del gruppo televisivo.
Per quanto riguarda l'analisi grafica il three black crow seguito dalla long black candle patterns candlestick dalla valenza fortemente negativa in quanto accompagnati da un notevole aumento dei volumi, non lasciando molte speranze di un netto recupero delle quotazione oltre oltre 2.80€.
L'analisi del indicatore di trend macd evidenzia invece la sostanziale tenuta del supporto di 2.55 in prossimità del quale i prezzi hanno rallentato la velocità di caduta.
E' fondamentale per le prossime giornate recuperare con chiusure positive almeno i livelli 2.75 o quanto meno che non vengano violati i livelli di 2.50 e 2.37€.

Strategia operativa

Per le posizioni long: attendere l'esaurimento della fase ribassista in essere difendendo il valore di eventuali posizioni detenute in portafoglio con l'acquisto di una put strike 2.50 scadenza dicembre 2018, nell'ipotesi dovessero concretizzarsi gli scenari peggiori.
Per nuove posizioni di breve termine acquistare opzioni call strike 2.60, scadenza ottobre 2018, nell'eventualità si verifichino chiusure superiori a 2.70€ entro le prossime due settimane.
Per le posizioni short: nell'eventualità fosse sfumata l'occasione di aprire posizioni ribassiste al cedimento dei 2.89€, è possibile acquistare opzioni Put strike 2.70, scadenza dicembre 2018, nell'ipotesi di vedere presto violati i supporti sotto 2.40 €
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.