-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 29 agosto 2018

Il rialzo dell'EUR/USD continua: semplice rimbalzo o inversione?


Non si ferma l'ascesa dell'euro nei confronti del dollaro con il cross che, dopo la pausa di giovedì scorso seguita a ben sei sessioni consecutive in salita, ha ripreso la via dei guadagni sul finire della scorsa ottava. 
Dopo aver tentennato un po' a contatto con l'area di 1,16, l'euro-dollaro ha rotto gli indugi e si è spinto ancora in avanti, tanto da scavalcare anche la soglia degli 1,17 nelle ultime ore.
Mentre scriviamo il cambio vede l'euro in vantaggio rispetto al dollaro, a quota 1,1717, poco condizionato dal dato odierno sulla fiducia dei consumatori Usa che, pur avendo segnato un inatteso rialzo, non ha avuto effetti benefici sulla valuta statunitense. 
Il biglietto verde già da venerdì scorso ha ripreso ad indebolirsi contro la moneta unica, poco aiutato dal discorso del presidente della Fed, al simposio di Jacksone Hole.


Il numero uno della Banca Centrale americana ha confermato la linea di condotta di graduali rialzi dei tassi di interesse, definiti appropriati. Il mercato già scontava una simile indicazione e così il dollaro ha risentito delle parole di Powell, visto che quest'ultimo, come evidenziato dagli analisti di Danske, ha messo in dubbio quanto più in là possa proseguire il percorso di rialzo dei tassi di interesse.
A dare man forte all'euro da ieri è stato anche l'accordo commerciale tra Stati Uniti e Messico destinato a sostituire il Nafta.

L'intesa ha favorito un rapido apprezzamento della moneta unica che in precedenza era stata penalizzata proprio dalle incertezze sul fronte commerciale.
A questo punto viene da chiedersi se il recupero della moneta unica nei confronti del biglietto verde sia da leggere come un semplice rimbalzo dopo le forti perdite subite di recente, o se possa rappresentare al contrario l'inizio di un'inversione di tendenza.

Gli analisti di ING su questo non hanno dubbi e credono che un ulteriore rialzo dell'euro nel breve termine sia improbabile. Secondo la casa olandese gli investitori non sembrano avere l'entusiasmo per cercare di puntare su una moneta unica più forte e una normalizzazione della politica monetaria da parte della BCE.


Gli analisti di ING credono inoltre che le incertezze politiche in Italia, con particolare riferimento alla prossima legge di Bilancio, peseranno sull'euro. 
Non diversa la posizione degli esperti di Mitsubishi Financial Group, i quali ritengono che proprio i rischi legati alla situazione politica nel nostro Paese non permetteranno alla moneta unica di guadagnare ulteriormente terreno.

Il maggior rischio per l'euro è dunque rappresentato dagli sviluppi dello scenario politico in Italia, anche se gli analisti fanno notare che l'inerzia ciclica sta iniziando ad essere meno negativa nell'area euro rispetto al resto del mondo, sia in termini assoluti che relativi. 
A puntare ancora sul dollaro sono gli analisti di Danske Bank che si aspettano un nuovo ciclo di forza per il biglietto verde, tanto da prevedere un ritorno dell'euro-dollaro vicino quota 1,15.  
Diversa la posizione dei colleghi di Columbia Threadneedle Investments, i quali ritengono che la divisa Usa sia sopravvalutata, prevedendo così un indebolimento della stessa.

A loro dire lo stimolo fiscale voluto dall'amministrazione Trump probabilmente avrà l'effetto di ampliare i deficit di bilancio e commerciale degli Stati Uniti, con ricadute negative sul dollaro. 
A guardare con fiducia all'euro sono anche gli analisti di Unicredit, secondo cui una chiusura del cross euro/usd al di sopra di quota 1,17, trasformerebbe il rimbalzo partito dai minimi delle scorse settimane in un vero e proprio trend rialzista.

In sintesi gli esperti si aspettano una prosecuzione della forza mostrata dalla moneta unica sulla scia dell'accordo commerciale tra Stati Uniti e Messico e al contempo delle positive indicazioni arrivate ieri dall'indice IFO, salito oltre le aspettative.  
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.