-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 24 agosto 2018

Il miglioramento dell’inflazione non spinge lo JPY


I guai di Trump danno una spinta all’EUR/USD

By Peter Rosenstreich
Datemi retta: l’amministrazione Trump è in crisi. La condanna di due persone vicine a Trump e l’accusa per violazioni nel finanziamento della campagna elettorale costituiscono un problema vero, che comporta il carcere.
Non sono esagerazioni, il Procuratore Speciale Robert Mueller sta costruendo una stangata legale. Adesso può dare avvio a un procedimento penale contro Trump. I democratici e gli oppositori di Trump hanno voglia di sangue. Stanno bloccando l’approvazione della nomina alla Corte Suprema di Brett Kavanaugh.

La strategia prevede di vincere le elezioni di metà mandato di novembre e ottenere il controllo della Camera e del Senato. Poi tenteranno di mettere in stato d’accusa Trump (anche se probabilmente non riusciranno a convincere 67 senatori a rimuovere dall’incarico Trump). L’atto finale di Nancy Pelosi, capogruppo dei Democratici alla Camera, sarà la richiesta di impeachment per Trump – s’immolerà per la causa alla fine della sua carriera politica.
Intanto la Federal Reserve USA non mostra segni di voler accelerare i rialzi del tasso, facendo appiattire ulteriormente la curva dei rendimenti USA.

In Europa, nel T3 l’economia dovrebbe riprendersi marginalmente. L’EUR/USD dovrebbe salire gradualmente in vista del 2019.

Debole balzo dello yen nonostante il rialzo dell’inflazione

By Vincent Mivelaz
In Giappone, l’inflazione continua a deludere, rendendo meno probabile il raggiungimento dell’obiettivo d’inflazione al 2% entro il 2021 della Banca del Giappone.
A luglio, i prezzi al consumo nominali sono saliti dello 0,90% (precedente: 0,70%) sulla scia dell’aumento dei prezzi dei generi alimentari freschi e dei carburanti, ma le cifre di fondo suggeriscono un appiattimento, pari rispettivamente al +0,80% (esclusi i generi alimentari) e al +0,30% (esclusi generi alimentari ed energia), quindi cifre praticamente invariate dall’inizio dell’anno (in una fascia del +/- 0,2).

Quasi certamente la BoJ aggiusterà al ribasso le sue previsioni d’inflazione.
La recente decisione di consentire una fluttuazione più ampia del rendimento dei titoli di Stato decennali farà apprezzare ancora di più lo yen, cosa che dovrebbe ridurre l’inflazione. La decisione del governo di ridurre del 40% le tariffe di telefonia mobile, un settore che contribuisce per lo 0,90% all’espansione dell’IPC di fondo, potrebbe frenare i consumi.
Dopo l’annuncio di martedì, le azioni di KDDI, NTT Docomo, Rakuten e Softbank hanno ceduto rispettivamente il -5,22%, -4%, -3,59% e il -1,63%. Attualmente a 111,39, la coppia USD/JPY dovrebbe rimbalzare, dirigendosi verso 111,50 nel breve termine.
Autore: Swissquote Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.