-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 16 agosto 2018

Campari: lo spritz spopola in Usa. Il titolo resta un valido buy


A dispetto dell'andamento negativo di Piazza Affari, dove il Ftse Mib sta recuperando dai minimi ma si conferma in calo, prosegue in buon rialzo la seduta di Campari che sale in controtendenza, occupando la terza posizione nel paniere delle blue chips.
Il titolo continua a mostrare una maggiore forza relativa rispetto al mercato, mettendo a segno la terza giornata consecutiva in salita.
Dopo aver chiuso la sessione di martedì scorso con un progresso di quasi un punto percentuale, quest'oggi Campari riesce a fare ancora meglio.
Negli ultimi minuti il titolo viene fotografato a 7,6 euro, a ridosso dei massimi intraday, con un rialzo del 2,29% e circa 800mila azioni transitate sul mercato fino ad ora, rispetto alla media giornaliera degli ultimi tre mesi pari a 2 milioni di pezzi.
Campari viaggia a distanza di poco meno del 2% rispetto ai massimi storici aggiornati nell'intraday il 25 luglio scorso, con un bilancio positivo di oltre il 17% da inizio anno.

Berenberg conferma view bullish su Campari

Il titolo quest'oggi beneficia delle indicazioni bullish arrivate da Berenberg, i cui analisti confermano la view positiva già espressa nei mesi passati.

Nel settore degli spirits Campari resta il titolo preferito dal broker che consiglia di acquistare con un prezzo obiettivo a 8,3 euro, valore che offre un potenziale di upside di quasi il 10% rispetto alle quotazioni correnti.
Berenberg riconosce che i risultati del primo semestre di Campari non sono stati brillanti, spiegando l'assenza di entusiasmo da parte del mercato anche alla luce del mancato rialzo della guidance sui margini.
L'espansione di questi ultimi è stata penalizzata dall'aumento nel 2018 del prezzo dell'agave, uno degli ingredienti più importanti per la Tequila.

Grande successo dello spritz negli Stati Uniti

Gli analisti credono però che il mercato abbia sottovalutato un aspetto importante per Campari, rappresentato dalla crescita dell'Aperol negli Stati Uniti, trascurando le implicazioni che ciò ha per la crescita dei margini del gruppo.


Sull'opposta sponda dell'Atlantico si registra un crescente successo dello Spritz, il famoso cocktail a base di Aperol. Alla luce di ciò gli analisti di Berenberg stiano che entro la fine del 2018 gli Stati Uniti diventeranno il terzo mercato per l'Aperol.
La crescita di circa il 100% su base annua del consumo di questo alcolico ha rilevanti implicazioni per i margini di Campari secondo gli analisti.
Non a caso questi ultimi hanno deciso di mettere mano alle loro stime per tenere conto proprio di questo miglioramento sul fronte dei margini, stimando ora un tasso di crescita del 25% per Aperol, più del doppio della previsione formulata in precedenza pari all'11%.
Per questi motivi Berenberg continua a preferire Campari nel settore di riferimento, ritenendo che la crescita dei ricavi del gruppo, superiore al 6%, sia sostenibile, senza dimenticare che il potenziale upside dei margini si sta progressivamente materializzando.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.