-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

martedì 7 agosto 2018

Borse: preferire quelle Ue e Usa ora. I market movers nel breve


Le prime giornate del mese di agosto hanno mostrato un andamento incerto e tendenzialmente ribassista per i principali mercati azionari dopo il rialzo messo a segno a luglio.

Fattori positivi e negativi per i mercati secondo Edmond de Rothschild

Gli esperti di Edmond de Rothschild Asset Management citano alcuni fattori positivi e altri negativi per i mercati.
Tra i primi si fa riferimento ai buoni risultati societari, specie negli Stati Uniti, dove quasi l'80% dei conti riferiti agli ultimi tre mesi hanno battuto le previsioni degli analisti.
Un altro fattore positivo è dato dal buon andamento del mercato del lavoro Usa, cui si aggiunge la crescita economica sempre a stelle e strisce, con un PIL superiore al 4% nel secondo trimestre, mentre in Europa la crescita appare più elevata rispetto ai primi tre mesi dell'anno.


Quanto agli aspetti negativi, gli esperti parlano della crescente preoccupazione sul tema dell'inflazione e dei timori costanti legati alla retorica protezionistica del presidente Trump.

Confermata esposizione all'equity

Il tema di Edmond de Rothschild Asset Management mantiene in ogni caso la sua esposizione al mercato azionario, accordando la sua preferenza a quello americano ed europeo rispetto al resto del mondo.
Per ora dunque si può ancora puntare sull'equity, ma come sempre sarà importante seguire gli aggiornamenti macro e societari che saranno diffusi nel breve.


La settimana di Borsa iniziata ieri sarà sicuramente meno impegnativa rispetto alla precedente sul fronte macro e societario, ma non mancheranno diversi spunti da seguire con interesse.
Questi ultimi potrebbero favorire movimenti dei mercati in una direzione o nell'altra, specie in un periodo particolare come quello attuale, in cui l'assenza di molti operatori potrebbe tradursi in improvvisi picchi di volatilità, vista la maggiore facilità di muovere gli indici con volumi più bassi della media.

I market movers in America

Per oggi sul fronte macro Usa segnala solo l'indice Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane.
Da seguire dopo la chiusura di Wall Street i risultati del secondo trimestre di Walt Disney, con un eps atteso di 1,95 dollari, oltre ai conti del terzo trimestre di Snap che per non deludere le previsioni dovrà centrare l'obiettivo di una perdita per azione di 0,17 dollari.
Domani si conoscerà solo l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia Usa.


Circa un'ora prima dell'avvio degli scambi a Wall Street è previsto un discorso di Thomas Barking, presidente della Fed di Richmond.
Giovedì si guarderà alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 218mila a 220mila unità. Per i prezzi alla produzione di luglio si prevede una variazone positiva dello 0,2%, rispetto allo 0,3% precedente, mentre le scorte all'ingrosso dovrebbero evidenziare a giugno un rialzo dello 0,3% rispetto allo 0,6% di maggio.
Sul versante societario da seguire a mercati chiusi i conti trimestrali di News Corp.

che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un utile per azione pari a 0,07 dollari.
Venerdì i riflettori saranno puntati sull'inflazione che a luglio è vista in progresso dello 0,2%, rispetto allo 0,1% del mese precedente, mentre la versione "core" depurata cioè delle componenti più volatili quali alimentari ed energia dovrebbe confermare il rialzo dello 0,2% di giugno.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa per domani sono previsti dati macro di rilievo e anche per giovedì non si segnalano aggiornamenti degni di nota.

Un'ora dopo l'avvio degli scambi è attesa la pubblicazione del bollettino economico della BCE.
In chiusura di settimana si guarderà alla Francia dove si conoscerà il dato relativo alla produzione industriale che a giugno dovrebbe evidenziare una variazione positiva dello 0,5%, rispetto al calo dello 0,2% precedente.
A mercati chiusi è atteso l'aggiornamento del rating della Grecia da parte di Fitch.

I titoli e i temi d seguire a Piazza Affari

A Piazza Affari oggi presenteranno i risultati del primo semestre e del secondo trimestre Bper Banca, Unicredit e Pirelli, ma alla prova dei conti saranno chiamati anche Banca Farmafactoring e DoBank.
Domani saranno chiamati alla prova dei conti Cairo Communication, Credem, IMA, Massimo Zanetti BG e Servizi Italia.


Da seguire anche i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche di petrolio Usa che sarà diffuso nel pomeriggio.
Giovedì diffonderanno i conti del primo semestre e del secondo trimestre Unipol e UnipolSai, oltre ad Acotel, Ambienthesis, Banca Popolare di Sondrio, Credito Valtellinese, Datalogic ed Emak. 
Per l'ultima seduta della settimana non si segnalano al momento titoli e temi di rilievo a Piazza Affari.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.