-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 20 agosto 2018

Borse: diversi i rischi con cui fare i conti. I driver nel breve


La settimana di Borsa iniziata oggi sarà con buona probabilità caratterizzata ancora da volumi di scambio inferiori alla media, complice l'assenza di molti operatori dal mercato. Per un ritorno alla piena operatività bisognerà attendere le prime sedute di settembre, ma intanto diversi sono i rischi che pesano sulle principali piazze azionari.

La crisi della Turchia resta indubbiamente uno dei temi caldi, al quale si accompagna la questione commerciale tra Stati Uniti e Cina, senza dimenticare in Europa la Brexit e i timori legati alla situazione politica in Italia, man mano che ci si avvicina alla discussione della legge di Bilancio.


In attesa di novità da più fronti, nelle prossime sedute i listini azionari dovranno fare i conti con alcuni appuntamenti di rilievo che potrebbe condizionare l'andamento degli stessi in una direzione o nell'altra. 

La prossima seduta sarà molto agevole sul fronte macro Usa visto che in agenda troviamo solo l'indice settimanale Redbook relativo alle vendite al dettaglio nelle maggiori catene americane.


Sul versante societario da seguire prima dell'avvio degli scambi Toll Brothers e Medtronics che alzeranno il velo sui conti degli ultimi tre mesi, dai quali ci si attende un utile per azione pari rispettivamente a 1,03 e a 1,11 dollari. 

Mercoledì si conoscerà l'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari e in agenda troviamo anche il dato relativo alle vendite di case esistenti che a luglio dovrebbero salire da 5,38 a 5,41 milioni di unità.


Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia. 
Due ore prima della chiusura di Wall Street si guarderà alle minute del FOMC, ossia ai verbali dell'ultima riunione della Fed dell'1 agosto scorso.

Sempre mercoledì prenderà il via a Washington, per poi proseguire nella giornata di giovedì, l'incontro bilaterale Cina-Usa sul tema del commercio.  

Tra i vari titoli da seguire Analog Devices che alzerà il velo sui risultati degli ultimi tre mesi dai quali ci si attende un utile per azione di 1,46 dollari.

Alla prova dei conti anche Target Corp. e Lowe's Companies che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un eps pari rispettivamente a 1,4 e a 2,02 dollari.  

Ricca di eventi la seduta di giovedì quando si conosceranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 212mila 215mila unità.
Per il dato preliminare dell'indice PMI manifatturiero di agosto si prevede una rilevazione pari a 55 punti, in calo rispetto ai 55,3 punti del mese precedente. Il dato preliminare dell'indice PMI servizi ad agosto è atteso in lieve calo da 56 a 55,9 punti. Le vendite di case nuove a luglio dovrebbero salire da 666mila a 686mila unità.


Giovedì prenderà il via a Jackson Hole il Simposio economico della Fed. 

Prima dell'avvio degli scambi a Wall Street si guarderà ai conti trimestrali di Alibaba, con un eps atteso a 1,21 dollari, mentre a mercati chiusi l'attenzione si sposterà sui risultati di Gap che per non deludere le attese dovrà centrare l'obiettivo di un eps pari a 0,72 dollari.


Venerdì si conoscerà il dato preliminare degli ordini di beni durevoli che a luglio dovrebbe mostrare una variazione negativa dello 0,5% dopo il rialzo dello 0,8% precedente. 
Mezz'ora dopo l'apertura di Wall Street è atteso il discorso del presidente della Fed, Jerome Powell, al Simposio di Jackson Hole.



Sul fronte societario da seguire Foot Locker che prima dell'apertura del mercato presenterà i risultati degli ultimi tre mesi, per i quali si prevede un utile per azione di 0,7 dollari. 

Per domani in Europa non sono previsti dati macro di rilievo e si guarderà in Germania all'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2020 per un importo massimo di 4 miliardi di euro.
In Spagna saranno collocati titoli con scadenza a 3 e a 9 mesi per un ammontare compreso tra 1 e 2 miliardi di euro. 

Anche per mercoledì non sono in agenda aggiornamenti macro di rilievo, mentre giovedì si guarderà al dato preliminare dell'indice PMI composito che ad agosto dovrebbe salire da 54,3 a 54,5 punti, mentre l'indice PMI manifatturiero è visto in calo da 55,1 a 54,6 punti e l'indice PMI servizi in rialzo da 54,2 a 54,4 punti.


La lettura preliminare dell'indice relativo alla fiducia dei consumatori ad agosto dovrebbe attestarsi a -0,7 punti, in lieve peggioramento rispetto al dato di luglio fermatosi a -0,6 punti. 

In Germania e in Francia saranno resi noti l'indice PMI manifatturiero e quello dei servizi con riferimento al mese di agosto.

In tarda mattinata è prevista la pubblicazione dei verbali dell'ultima riunione della BCE tenutasi lo scorso 25 luglio. 

Venerdì si guarderà alla Germania dove è atteso il dato sul PIL del secondo trimestre che dovrebbe mostrare una variazione positiva dello 0,5% in linea con la lettura preliminare e in rialzo rispetto allo 0,5% dei primi tre mesi dell'anno.



A Piazza Affari non si segnalano titoli e temi di particolare per le prossime sedute, fatta eccezione per quella di mercoledì quando saranno da seguire i protagonisti del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche di petrolio Usa.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.