-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 5 luglio 2018

Utilities: occasioni buy, ma solo per alcuni titoli. Ecco quali


La seduta odierna, per quanto poco significativa vista l'assenza di Wall Street che ha portato ad una riduzione dei volumi di scambio, si è conclusa a due velocità per le utilities a Piazza Affari. Sono saliti in controtendenza A2A e Snam che hanno guadagnato rispettivamente l'1,21% e lo 0,39%, seguiti da terna che si è apprezzato dello 0,23%, mentre Italgas ed Enel non hanno evitato il segno meno, cedendo rispettivamente lo 0,12% e lo 0,35%.

Nel comparto delle utilities ci sono diversi titoli che offrono opportunità di acquisto interessanti, a partire da A2A che proprio oggi si è visto confermare da Equita SIM una raccomandazione "buy", con un prezzo obiettivo a 1,84 euro. 
Gli analisti si soffermati su alcune indicazioni riportate da Milano Finanza da cui si apprende che A2A, dopo aver abbandonato la gara per RTR, starebbe ora guardando gli assets in vendita da parte di Glennmont per circa 90 MW, confermando l’interesse per il settore del solare.


Il portafoglio ottimale per A2A sarebbe costituito da pacchetti di dimensioni tra i 50 e i 60 MW e secondo gli esperti della SIM milanese è positiva la diversificazione nel settore delle rinnovabili per il segmento power gen di A2A.

Sempre Equita SIM punta anche su Enel, per il quale ha ribadito oggi il rating "buy", con un target price a 6 euro.
La conferma è arrivata dopo che la società ha finalizzato ieri l’acquisizione del 21% di UFINET, societa? attiva nel settore dell’ultra broadband in America Latina. 
L’operazione era stata annunciata qualche settimana fa per un controvalore di 150 milioni di euro e si ricorda che Enel ha una call option sull’intero capitale di Ufinet da esercitarsi durante il 2021.

L’operazione e? in linea con il piano di espansione di Enel-X.
Sul fronte brasiliano, invece, Enel ha rilevato un ulteriore 3% circa di Eletropaulo, portandosi al 76,19% del capitale. Il risultato dell’Opa potrebbe poi ulteriormente incrementarsi con la quota in mano al Governo ed Enel potrebbe così portarsi all’85% circa di controllo della societa? di distribuzione brasiliana nei prossimi giorni.

Buone notizie per Snam sono arrivate nei giorni scorsi da Banca IMI, i cui analisti hanno deciso di migliorare il giudizio da "add" a "buy", con un fair value rivisto leggermente verso l'alto da 4,5 a 4,6 euro.


Gli esperti fanno notare che Snam continua a realizzare una buona crescita organica e ritorni interessanti per gli azionisti. Banca IMI ritiene inoltre che l'outlook sulla regolamentazione dovrebbe rimanere stabile e offrire un sostegno al titolo per il resto dell'anno in corso e per il prossimo.


Meno entusiastica la view su Italgas che secondo Equita SIM merita una raccomandazione "hold", con un prezzo obiettivo a 5,3 euro. Gli analisti hanno accolto con favore l'accordo vincolante sottoscritto di recente dal gruppo con Cpl Concordia che porterà Italgas a rilevare una partecipazione di controllo, pari al 60%, di European Gas Network.


Secondo la SIM milanese, grazie a questa mossa il gruppo ha raggiunto il 65% del target di crescita per M&A nel 2018. 

Infine, lo stesso giudizio "hold" viene riservato da Equita SIM a Terna, con un target price fissato a 5,2 euro. Gli analisti indicano il titolo come il preferito tra le società regolate perchè la strategia energetica nazionale e il contratto di programma del Governo si focalizzano sul passaggio verso le rinnovabili, rendendo visibili i capex di 5,4 miliardi al 2022 e investimenti di lungo termine nell'ordine di 1,1-1,3 miliardi annui.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.