-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

venerdì 6 luglio 2018

Piazza Affari vicina a un segnale importante? Occhio ai dati Usa

Ftse Mib al test di area 22.000: i possibili scenari
Positiva anche la conclusione di Piazza Affari dove il Ftse Mib ha terminato gli scambi a 21.914 punti, con un vantaggio dell'1,05%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 22.040 e un minimo a 21.766 punti.


L'indice ha dato un seguito al recupero partito dai recenti minimi dell'anno in area 21.150/21.100, riuscendo a scavalcare l'ostacolo intermedio dei 21.800/21.850 punti già lambito nelle sessioni precedenti.
Il Ftse Mib ha provato anche a mettere sotto pressione l'area dei 22.000 punti, che non veniva più raggiunta dal 21 giugno scorso, ma dopo una piccola violazione intraday si è riportato al di sotto della stessa.

L'evoluzione positiva delle ultime sedute lascia ben sperare per ulteriori allunghi nel breve e il prossimo ostacolo con cui fare conti è sicuramente quello di area 22.000.
Oltre questo livello si avrà un primo segnale positivo per il Ftse Mib che avrebbe le carte in regola per spingersi ancora in avanti verso i 22.200/22.300 punti prima e in seguito in direzione dei 22.500 punti.
La mancata riconquista di area 22.000 manterrà un alone di incertezza su Piazza Affari, per la quale rimarrebbe valido il rischio di nuove incursioni ribassiste.

In tal senso il primo supporto da monitorare è quello di area 21.850/21.800, sotto cui si guarderà ai 21.500 punti e più in basso ai 21.350 e ai 21.150/21.100 punti.
Sarà quest'ultimo l'ultimo baluardo da difendere per scongiurare un deterioramento del quadro tecnico che aprirebbe le porte ad ulteriori flessioni verso i 20.500 punti prima e in seguito in direzione di area 20.000.

Molto importante sarà l'evoluzione della prossima giornata che potrebbe imprimere un po' il tono anche alle prime sessioni della prossima settimana.

I market movers in America

da seguire con molta attenzione sul fronte macro Usa il report sul mercato del lavoro. A giugno il tasso di disoccupazione è atteso invariato al 3,8%, mentre il numero di nuovi occupati nel settore non agricolo è visto a 190mila unità, in frenata rispetto alle 223mila unità della rilevazione precedente.

Per la retribuzione media oraria si prevede una variazione positiva dello 0,3%, in linea con la lettura di maggio.
In calendario anche l'aggiornamento relativo alla bilancia commerciale che a maggio dovrebbe mostrare un saldo negativo di 47 miliardi di dollari, in peggioramento rispetto al rosso di 46,2 miliardi del mese precedente.

I dati macro e gli eventi in Europa

In Europa i riflettori saranno puntati nuovamente sulla Germania dove sarà diffuso il dato relativo alla produzione industriale che a maggio è attesa in positivo dello 0,3%, in rimonta rispetto alla flessione dell'1% di aprile.
In Italia si conosceranno le vendite al dettaglio di maggio, per le quali si prevede una variazione positiva dello 0,5% dopo il calo dello 0,7% del mese precedente.

Focus sui titoli oil a Piazza Affari

A Piazza Affari da seguire i titoli del settore oil sulla scia della flessione del petrolio che sta calando in direzione dei 73 dollari al barile.


Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.