-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

mercoledì 25 luglio 2018

Piazza Affari rialza la testa: si profila seduta impegnativa


 Il Ftse100 si è apprezzato dello 0,7%, preceduto dal Cac40 e dal Dax30 che sono saliti rispettivamente dell'1,04% e dell'1,12%. 

Ad avere la meglio su tutti è stata Piazza Affari che dopo essere stata la più penalizzata ieri dalle vendite, ha visto il Ftse Mib terminare gli scambi a 21.874 punti, in ascesa dell'1,25%, dopo aver segnato nell'intraday un massimo a 21.904 e un minimo a 21.722 punti.



Dopo aver lambito ieri nell'intraday la soglia dei 21.500 punti, l'indice delle blue chips ha dato vita ad una buona reazione, tanto che oggi ha provato ad avvicinare nuovamente l'area dei 22.000. 
E' questo il primo ostacolo che il Ftse Mib dovrà superare per tentare ulteriori allunghi verso i 22.200 punti prima e in seguito in direzione di area 22.500.
Positiva sarà la violazione di quest'ultima soglia, oltre la quale ci sarà spazio per apprezzamenti verso i 22.700/22.800 prima e in seguito in direzione di area 23.000. 
Al ribasso sotto i 21.800/21.700 punti l'attenzione andrà rivolta nuovamente al supporto dei 21.500 punti, la cui rottura metterà a rischio un ritorno sui minimi dell'anno in area 21.150/21.100.


Inutile dire che un eventuale abbandono di questo sostegno porterà con sè un deterioramento del quadro tecnico, con sviluppi ribassisti verso i 20.500 punti prima e in seguito verso la soglia dei 20.000, senza escludere estensioni fin verso i 19.800 nella peggiore delle ipotesi.

Il mercato continua a vivere una fase laterale, peraltro in un intervallo di prezzi molto ristretto e solo al superamento deciso di determinati supporti o resistenze si potrà assistere ad un ritorno di direzionalità. 

Oggi sul fronte macro Usa oltre all'indice settimanale relativo alle richieste di mutui ipotecari si conosceranno le vendite di nuove case che a giugno dovrebbero calare da 689mila a 670mila unità.


Nel pomeriggio sarà diffuso il consueto report sulle scorte strategiche di petrolio da parte del Dipartimento dell'energia. 
In giornata è previsto l'incontro a Washington tra il il presidente Usa, Donald Trump, e il presidente della Commissione Europa, Jean-Claude Juncker per discutere dei dazi.


Sul versante societario da seguire prima dell'avvio degli scambi a Wall Street i conti di Boeing e Coca-Cola, con un eps atteso pari rispettivamente a 3,32 e a 0,6 dollari, mentre per le trimestrali di Ford Motor e di General Motors si prevede un utile per azione di 0,32 e di 1,79 dollari.



A mercati chiusi si guarderà ai numeri del secondo trimestre di Facebook e Qualcomm che per non deludere le attese dovranno centrare l'obiettivo di un utile per azione pari rispettivamente a 1,72 e a 0,71 dollari, mentre per i conti di PayPal e di Visa si prevede un eps di 0,57 e di 1,09 dollari.


In Europa domani si guarderà alla Germania dove sarà reso noto l'indice IFO che a luglio dovrebbe calare da 101,8 a 101,5 punti. 
Sempre in terra tedesca da seguire l'asta dei titoli di Stato con scadenza nel 2023 per un ammontare massimo di 4 miliardi di euro. 

A Piazza Affari si conosceranno i risultati del secondo trimestre e dei primi sei mesi dell'anno di Fca, Moncler, Prysmian, STM, Saipem, Telecom Italia e  Terna, e allo stesso appuntamento saranno chiamati Gedi Gruppo Editoriale e Salini Impregilo.  
Sotto i riflettori anche i titoli del settore oil in vista del report sulle scorte strategiche Usa che sarà diffuso nel pomeriggio.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.