-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

lunedì 30 luglio 2018

Piazza Affari: i titoli più importanti della giornata


Diventa pesante l'aria sui mercati europei dopo la pubblicazione del clima economico nell'Eurozona, peggiorato a luglio con un risultato di 112, 1 rispetto ai 112,3 di giugno.Unico dato positivo quello della Germania (+0,9), con il resto dei paesi, tra cui Spagna (-1,7) e in Italia (-0,6) col segno meno mentre la Francia è rimasta stabile (-0,1) e nei Paesi Bassi.
Negativo, sempre a luglio, anche l'indice del clima aziendale a 1,29 punti dall'1,39 di giugno. Fa riflettere anche il risultato dell'indice di fiducia dei consumatori èfermo a luglio a -0,6% mentre sembra essere andata meglio la fiducia sui servizi in risalita a 15,3 dal precedente dato di 14,4 di giugno.

I protagonisti

È bastato questo per far virare in rosso il mercato italiano che, intorno alle 14.30 perdeva lo 0,3% insieme a Parigi (Cac40) con il suo -0,12% e Francoforte (Dax30) a-0,13%.

Controcorrente invece Londra con un risultato positivo dello 0,09%. Tra i migliori del listino, Mediaset a +1,73%, Leonardo a +1,45%, Saipem a 1,07% così come anche Fiat 1,05%. Tra i peggiori invece Bper Banca a meno 1,55% seguito da Moncler a -1,34%, da Terna -1,33% e da Ubi Banca a -1,32%.
Evidentemente non basta aver archiviato, seppur momentaneamente le tensioni commerciali internazionali, anche perché Tokio ha chiuso a -0,72%.
A Piazza Affari, così come a Wall Street è stagione di trimestrali, in particolar modo per il settore delle banche e delle assicurazioni. Sotto la lente d’ingrandimento degli analisti, questa settimana ci saranno nomi come Generali, Banco Bpm, Carige, Mediobanca e Intesa. In tutto questo il petrolio torna a salire con Wti che supera nuovamente quota 70 dollari al barile (70,13) e il Brent che lambisce i 75 (74,95), con un rialzo che rispettivamente è pari al 2,10% e allo 0,89%.

Tra i protagonisti a Piazza Affari Saipem che ha allungato il contratto di Revolving Credit Facility sottoscritto a fine 2015, al 2023, invece della soglia inizialmente stabilita a dicembre 2020. Da parte sua però tra gli indizi negativi si deve registrare il possibile, mancato aumento degli investimenti offshore da parte di Eni, decisione che potrebbe impattare negativamente su Saipem.
Durante la conferenza che illustrava I dati del secondo trimestre, i vertici di Eni hanno sottolineato che i capex offshore non avrebbero subito alcun aumento in futuro, a prescindere dalle quotazioni del petrolio.

Da Enel a Trump

Restando sempre in ambito energetico, altra protagonista è Enel che domani pubblicherà i conti del primo semestre.

Nell’attesa le controllate sudamericane hanno visto un andamento contrastato: se da un lato l'Argentina ha raddoppiato l’utile, dall’altro il Cile ha registrato un calo dell’utile netto del 28%. Ancora energetici e ancora trimestrali: Saras, complice la ripresa del greggio, vede un utile netto in miglioramento del 49% (81,4 milioni di euro), dei ricavi a +42% ed ebitda a +92%.
Dall’altro lato dell’oceano il Primo Ministro Giuseppe Conte in questi minuti incontra il Presidente Usa Donald Trump per discutere non solo del delicato tema dei dazi ma anche della questione immigrazione e, in particolare, della stabilizzazione del potere in Libia, orizzonte quest'ultimo, che non investe soltanto la questione migranti ma anche quella del petrolio dal momento che la Francia ha tentato diverse volte di aumentare la propria influenza su Tripoli.

Sul tavolo anche i rapporti commerciali tra Europa e Mosca, nello specifico per il gas e il petrolio: recentemente, come già detto, il presidente degli Stati Uniti aveva accusato la Germania di approfittare della protezione di Washington dal pericolo russo e, contemporaneamente, di stringere accordi proprio con Mosca per l’acquisto del suo gas attraverso l’oleodotto Nord Stream2.
Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.