-

RIMANI SEMPRE IN CONTATTO CON LATOOSCURO-TRADING.COM TWITT

giovedì 19 luglio 2018

Chiusura positiva per il mercato degli autocarri e degli autobus


A giugno 2018, sono stati rilasciati 2.301 libretti di circolazione di nuovi autocarri, che proseguono il trend positivo dei mesi scorsi (+13,4% rispetto a giugno 2017) e 1.130 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti, ovvero con ptt superiore a 3.500 kg (+0,3%), suddivisi in 183 rimorchi (+10,9%) e 947 semirimorchi (-1,6%).
Questo comparto, che aveva subito un rallentamento a maggio, torna quindi in linea con i livelli di un anno fa.
Sia per gli autocarri che per i veicoli trainati si mantiene un trend positivo nei primi sei mesi del 2018, con un incremento a doppia cifra per gli autocarri: 14.035 libretti di circolazione di nuovi autocarri, il 14,5% in più del primo semestre 2017, e 9.380 libretti di circolazione di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (+6,4% rispetto a gennaio-giugno 2017), così ripartiti: 818 rimorchi (+0,5%) e 8.562 semirimorchi (+7%).
Il 16 luglio scorso sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale ed il Decreto Direttoriale riguardanti le modalità di erogazione dei 33,6 milioni di Euro stanziati per gli investimenti a favore delle imprese di autotrasporto che, fino al 15 aprile 2019, potranno acquistare veicoli industriali a trazione alternativa (CNG, LNG, ibridi e Full Electric), rimorchi e semirimorchi per il trasporto intermodale e rimorchi, semirimorchi o equipaggiamenti per autoveicoli specifici superiori alle 7 tonnellate allestiti per il trasporto ATP usufruendo dell’incentivazione prevista.
Le tipologie di beni incentivabili sono quindi le stesse dello scorso anno, secondo i seguenti plafond di spesa: 9,6 milioni di Euro per veicoli a carburanti alternativi (CNG, LNG, ibrido e Full Electric); 9 milioni di Euro per radiazione per rottamazione di veicoli e contestuale acquisizione di nuovi veicoli euro VI; 14 milioni di Euro per rimorchi e semirimorchi per il trasporto intermodale dotati di dispositivi innovativi e per autoveicoli allestiti per trasporti ATP, rispondenti a criteri avanzati di risparmio energetico e rispetto ambientale; infine, 1 milione di Euro per casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse.
E’ un segnale estremamente importante l’aver garantito continuità al sostegno degli investimenti delle imprese di autotrasporto - ha dichiarato Andrea Zambon Bertoja, Presidente della Sezione Rimorchi di ANFIA.

Questa misura, negli ultimi anni, ha dato una spinta al rinnovo del parco circolante e alla diffusione delle tecnologie veicolari più innovative e a basso impatto ambientale disponibili sul mercato, stimolando la domanda e supportando così anche la produzione. Secondo gli ultimi dati disponibili, a fine 2017 ancora l’84% degli autocarri merci, il 75% degli autoveicoli specifici/speciali e il 45% dei trattori stradali circolanti sono veicoli ante Euro IV.
Rendere il trasporto merci più sostenibile e moderno significa incrementare la competitività del sistema dei trasporti e della logistica italiano. Oggi l’Italia si posiziona al ventunesimo posto nella classifica mondiale sull’efficienza logistica nel trasporto internazionale – che considera tutte le modalità di trasporto e non solo il trasporto su gomma - superata da ben 11 Paesi dell’UE.
Il mercato degli autobus con ptt superiore a 3.500 kg, nel mese di giugno registra 388 nuove unità, riportando un incremento del 44,2%.

Ad eccezione dei minibus (-1,6%) e degli scuolabus (-6,9%), gli altri comparti presentano una crescita a doppia cifra a giugno: +37,8% per gli autobus e midibus turistici e +91,3% per gli autobus adibiti al TPL (autobus e midibus urbani e interurbani).
Nel primo semestre del 2018, sono stati rilasciati 2.207 libretti contro i 1.855 dell’analogo periodo del 2017 (+19%).
Chiudono positivamente il semestre gli autobus adibiti al TPL (+41,4%), così come autobus e midibus turistici (+0,9%) e scuolabus (+22%), mentre i minibus sono in calo (-3,7%).
A inizio luglio, sono stati resi pubblici gli esiti definitivi della gara per l’acquisto di autobus della Centrale unica di committenza Consip, che ha visto come aggiudicatari di otto dei nove lotti, Industria Italiana Autobus ed Iveco bus.
Questa prima gara “sperimentale” avrà sicuramente degli effetti positivi nella razionalizzazione delle risorse pubbliche stanziate per il rinnovo del parco, soprattutto se le aziende che svolgono servizio di TPL in un quadro di un riparto regionale, potranno agevolmente e tempestivamente effettuare gli ordini da Consip.
Autore: Pierpaolo Molinengo Fonte: News Trend Online

Nessun commento:

Posta un commento

LA SETTIMANA CALENDARIO RISULTATI UTILI SOCIETA' QUOTATE

Calendario Utili fornito da Investing.com Italia - Il Portale di Trading sul Forex e sui titoli di borsa.